Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

11 settembre 2001: l'inchiesta elvetica a rilento

Il procuratore federale Valentin Roschacher (a destra) è ancora una volta messo sotto pressione

(Keystone Archive)

Per il Tribunale penale federale, l'inchiesta aperta dal Ministero pubblico a Berna contro una società di Lugano dopo gli attentati negli USA procede a rilento.

Il Ministero pubblico dovrà così decidere entro fine mese se procedere o meno alla fase istruttoria.

Il Tribunale penale federale (TPF) bacchetta il Ministero pubblico della Confederazione per la sua lentezza - definita «ingiustificabile» - nel condurre l'inchiesta preliminare contro il presunto finanziere della rete terroristica Al Qaida Youssef Nada e la sua società di Lugano (Ticino) Nada Management Organization SA, più nota con il precedente nome di Al Taqwa.

Berna dovrà così decidere entro fine maggio sull'apertura di un'istruzione formale oppure sull'archiviazione del caso, ammoniscono i giudici di Bellinzona.

Finanziatore degli attentati dell'11 settembre?

Il TPF ha accettato il ricorso dell'egiziano Nada, la cui società, ormai in liquidazione, è oggetto di un'indagine preliminare dal 21 ottobre 2001.

Il procuratore federale Valentin Roschacher e il suo supplente Claude Nicati la sospettavano di aver svolto un ruolo nel finanziamento dei gruppi accusati di essere implicati negli attentati dell'11 settembre di quell'anno a Washington e New York.

Le richieste di assistenza giudiziaria e le operazioni di polizia intervenute nel frattempo non hanno però permesso di passare alla fase dell'istruzione preparatoria.

Formulazioni più precise

Per il TPF, il Ministero pubblico della Confederazione avrebbe dovuto perlomeno formulare in modo più preciso i suoi rimproveri alla Nada Management. «Esso non può più accontentarsi di riprendere, tre anni dopo, le indicazioni fornite all'inizio dell'inchiesta», affermano i giudici di Bellinzona.

Youssef Nada, che dal 2002 ha chiesto la sospensione della procedura a più riprese, avrebbe dovuto ricevere - dicono i giudici - informazioni più precise a riguardo dei sospetti contro di lui.

A titolo di indennizzo, il Ministero pubblico dovrà versare al finanziere egiziano 3'000 franchi.

swissinfo e agenzie

In breve

15 settembre 2001: il Ministero pubblico della Confederazione apre un'inchiesta contro ignoti in seguito agli attentati perpetrati negli Stati Uniti.

24 ottobre 2001: l'inchiesta si estende a due responsabili della società Nada Management Organization, prima conosciuta come Al Taqwa.

7 novembre 2001: la società con sede a Lugano è messa sotto sequestro.

Maggio 2004: l'inchiesta è ancora in fase preliminare.

Il Ministero pubblico della Confederazione ha tempo fino al 31 maggio 2004 per passare ad un'eventuale fase istruttoria.

Fine della finestrella


Link

×