Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

2005 - La Svizzera va ai mondiali

Appuntamento a giugno in Germania

(Keystone)

La Nazionale svizzera si è qualificata per la fase finale della Coppa del Mondo, in programma dal 9 giugno al 9 luglio 2006 in Germania.

La missione non era impossibile, ma neppure scontata: premiata la costanza di rendimento dei rossocrociati. Ora tutto può accadere...

Non è stata facile per i ragazzi di Köbi Kuhn. Ma la giusta miscela tra uomini d'esperienza e giovani di grande talento ha permesso alla nazionale di staccare il biglietto per i prossimi mondiali.

Nel girone preliminare solo contro Cipro e le Isole Far Oer la Svizzera è riuscita ad imporsi. Con Francia, Israele e Irlanda sempre pareggi. L'unica sconfitta a Istanbul, nella gara di ritorno dello spareggio contro la Turchia.

Il cammino della Nazionale

Tutto era cominciato per il meglio. Dopo un roboante 6 a 0 d'entrata contro le Isole Far Oer, nel settembre del 2004, la strada per i mondiali sembrava spianata.

Poi 3 pareggi di fila contro Irlanda, Israele e Francia. A rincuorare i tifosi elvetici arrivano 2 vittorie ancora con Far Oer e Cipro.

Nelle ultime 4 partite del preliminare solo una vittoria e 3 pareggi. Ma basta per chiudere al secondo posto e andare allo spareggio. Dall'urna esce la Turchia.

L'inferno di Istanbul

La sfida coi turchi comincia già prima del fischio d'inizio, con questi ultimi seccati per i pochi biglietti messi loro a disposizione per la gara d'andata a Berna.

La partita comincia con i tifosi svizzeri che fischiano l'inno turco. E termina 2 a 0 per gli elvetici. Con questo risultato, la qualificazione sembra fatta. Sembra...

Nel ritorno, già dall'accoglienza all'aeroporto di Istanbul si capisce che per i turchi questa è più di una partita di calcio. Il match è combattuto, duro, con interventi al limite del regolamento. La Svizzera perde 4 a 2, ma va ai mondiali.

La nazionale dei "secondos"

Se la Svizzera si è qualificata per i mondiali il merito è forse anche...degli altri paesi!

Già, perché tra i vari giocatori selezionati dal mister nel corso della campagna mondiale, molti hanno origini straniere e anche il doppio passaporto.

Senderos, Vonlanthen, Behrami, Degen, Cabanas, i fratelli Yakin e da poco anche Davide Chiumiento, hanno deciso di difendere i colori rossocrociati sul campo da gioco.

Germania, wir kommen!

E ora via, destinazione Monaco di Baviera, dove il 9 giugno prossimo si terrà la cerimonia d'apertura del mondiale 2006. Che si concluderà esattamente un mese dopo a Berlino con la disputa della finale. Chissà che i ragazzi di Kuhn non ci riservino altre sorprese...

Swissinfo, Michel de Marchi

Fatti e cifre

I mondiali si disputeranno dal 9 giugno al 9 luglio 2006 in Germania
32 le nazioni presenti: 14 europee, 4 sudamericane, 4 asiatiche, 5 africane, 4 dall'America del Nord, Centrale e Caraibi e 1 dall'Oceania.
12 le sedi: Amburgo, Hannover, Berlino, Gelsenkirchen, Dortmund, Lipsia, Colonia, Francoforte, Kaiserslautern, Norimberga, Stoccarda, Monaco.

Fine della finestrella

In breve

Gruppo A:Germania, Costa Rica,Ecuador, Polonia

Gruppo B: Inghilterra, Paraguay, Svezia, Trinidad & Tobago

Gruppo C: Argentina, Costa d'Avorio, Olanda, Serbia Montenegro

Gruppo D: Messico, Iran, Portogallo, Angola

Gruppo E: Italia, Ghana, Repubblica Ceca, Stati Uniti

Gruppo F: Brasile, Croazia, Giappone, Australia

Gruppo G: Francia, Svizzera, Togo, Corea del Sud

Gruppo H: Spagna, Ucraina, Arabia Saudita, Tunisia

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×