80 anni di politica svizzera nei manifesti elettorali in mostra a Basilea

Uno dei manifesti elettorali sulla politica svizzera che invita a votare swissinfo.ch

Ottant'anni di storia politica svizzera attraverso i manifesti elettorali: il Museo di storia di Basilea ha aperto venerdì un'esposizione che documenta l'evoluzione del dibattito politico nella città renana. La mostra rimarrà aperta fino al prossimo 16 aprile.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 gennaio 2001 - 18:03

Esemplare in questo senso è l'accostamento tra il più vecchio e il più nuovo cartellone: se nel 1919 il socialismo era infatti raffigurato come un'idra, nel 2000 politici dei partiti borghesi e del PS sorridono insieme rivolti al passante.

Fino al 16 aprile, «Weltformat - Basler Zeitgschichte im Plakat» mette in mostra 73 manifesti politici provenienti dalla collezione della Scuola per le arti applicate. I 40 cartelloni che concernono le votazioni vengono presentati nelle due versioni, quella favorevole al «sì» e quella che propugna il «no».

Il manifesto politico svizzero è nato nel 1919, in occasione della prima elezione proporzionale del Consiglio nazionale, ha spiegato Charles Stirnimann, coautore dell'esposizione e autore di un libro sull'argomento.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo