Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Accordo aereo con la Germania: Swiss non ci sta

Nuovo regime di sorvolo del sud della Germania: la Swiss non ci sta

(Keystone)

La compagnia aerea Swiss adisce le vie legali contro il contestato accordo aereo con la Germania. Presentata una querela nel Baden-Württemberg.

L'aviolinea si sente penalizzata in modo particolare dalle regole per i voli nel fine settimana.

Le disposizioni dell'accordo contengono «misure discriminatorie», ha detto Christine Bühler, portavoce della compagnia, che potrebbero causare a Swiss danni fino a 60 milioni di franchi l'anno.

La portavoce ha così confermato le informazioni riportate dall'edizione domenicale della «Neue Zürcher Zeitung».

Nuovo regime dal 27 ottobre

Uno dei punti più contestati, la regolamentazione dei voli durante i weekend, sarà applicato dalla fine di ottobre. Ciò anche se né Svizzera né Germania abbiano ratificato l'accordo.

In effetti, fintanto che non saranno definitivamente sotterrate dai Parlamenti dei due paesi, le misure contenute nel trattato continuano ad entrare in vigore alla scadenza definita.

E dunque, dal 27 ottobre prossimo il divieto notturno di sorvolare il sud della Germania durante i fine settimana per gli aerei diretti a Kloten sarà prolungato dalle 20.00 alle 9.00 (attualmente dalle 22.00 alle 6.00). Il 19 ottobre 2001 il divieto fu già allungato di tre ore.

Con la sua azione legale, Swiss spera ora di ottenere un effetto dilatorio.

Insostenibile per Swiss

Una nuova restrizione degli orari di decollo e atterraggio a Zurigo-Kloten causerebbe grossi problemi nell'organizzazione del traffico e originerebbe forti ritardi, ha affermato la Bühler. Riguardati sarebbero in primo luogo i voli in arrivo il mattino presto dall'estremo oriente.

Le limitazioni comporterebbero delle riduzioni di capacità durante i fine settimana tra il 25 e il 35%.

"Come compagnia nazionale ci sentiamo fortemente discriminati e faremo di tutto per trovare una soluzione meno dannosa", sostiene Christine Bühler.

Vita dura per il trattato

L'accordo, negoziato dal ministro dei trasporti Moritz Leuenberger con il suo omologo tedesco Kurt Bodewig, aveva sin dall'inizio suscitato aspre polemiche, sia nel mondo politico elvetico che negli ambienti aeroportuali di Zurigo, Swiss compresa.

Il Consiglio nazionale, chiamato a ratificarlo nel giugno scorso, non ne aveva voluto sapere e l'aveva bocciato con 105 voti contro 79.

Da parte sua la seconda camera federale, il Consiglio degli Stati, non ne ha ancora terminato l'esame preliminare. La votazione della camera dei cantoni è stata rinviata alla sessione di dicembre.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Dal 27 ottobre: divieto di sorvolo del sud della Germania tra le 20.00 e le 09.00 nei fine settimana e nei giorni festivi;
Da inizio ottobre: in vigore il divieto di sorvolo tra le 22.00 e le 06.00
Swiss teme danni finanziari di circa 60 milioni di franchi annui.

Fine della finestrella

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.