Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Alloggi privati per i tifosi di Euro 2008

Sleep-in, la borsa dei posti letto da privati per Euro 2008

Gli svizzeri si stanno rivelando autentici campioni di ospitalità: a inizio gennaio, attorno alle quattro città elvetiche dove si disputeranno le partite di Euro 2008 si contavano già 19'000 posti letto offerti da privati.

Stando a sleep-in.ch, la borsa di posti letto privati aperta appositamente per Euro 2008, in fatto di ospitalità gli svizzeri stanno vincendo il confronto con gli austriaci.

"Euro 2008 è una grande festa che unisce i popoli di tutto il continente. Quindi unitevi anche voi, stringete amicizie, vivete fianco a fianco per qualche giorno. Meglio sarebbe in un contesto familiare. In questo modo imparerete a conoscere anche i reciproci usi e costumi. Come ospitante e come ospitato."

È all'insegna di queste parole che sleep-in.ch, la borsa svizzera di posti letto per Euro 2008, e sleep-in.at, il partner austriaco, accolgono i visitatori.

Gli olandesi prediligono i campeggi

I camping e i fan camps attorno a Berna sono pronti ad alloggiare da soli 15'000 tifosi, comunica il portavoce di sleep-in Patrick Tschan. Un numero straordinario che non è certo frutto del caso: nella fase a gironi, infatti, la capitale ospiterà gli olandesi, noti per essere assidui frequentatori di campeggi.

A completare il parco alloggi, altri 1159 posti letto a Basilea, 1087 a Berna, 1086 a Zurigo e 391 a Ginevra.

Anche sleep-in ha le sue regole

Gli offerenti sono liberi di fissare i prezzi che vogliono: ognuno può chiedere quanto gli pare per l'alloggio che mette a disposizione. Eppure, prosegue Tschan, i casi di prezzi spropositati sono estremamente rari.

Nel caso del subaffitto, tuttavia, devono valere determinate regole come sul campo di calcio. Secondo l'associazione inquilini del Canton Berna, per evitare conflitti è opportuno che il locatario informi il rispettivo locatore.

Cartellino rosso ai prezzi da usuraio

Eventuali prezzi da usuraio possono essere sanzionati con l'espulsione. "In linea di principio, la tariffa dovrebbe essere commisurata all'affitto e l'offerente non dovrebbe trarne alcun profitto", puntualizza l'associazione per bocca di Regula Brügger.

Il prezzo medio per notte e persona ammonta a circa 100 franchi, sottolinea Patrick Tschan. Inoltre, per impedire lo strozzinaggio, sleep-in propone una forchetta di prezzi per i vari tipi di alloggio. A questo proposito è curioso notare come alcuni offerenti rinuncino a qualsiasi compenso in denaro e chiedano di essere pagati in natura, ad esempio con un salame italiano.

Austria meno ospitale

Da sempre considerato uno dei paesi più ospitali d'Europa, l'Austria sta perdendo un po' del suo smalto. A inizio gennaio, infatti, le offerte di alloggio pervenute al partner austriaco sleep-in.at erano ferme a circa 6000, molte meno quindi rispetto a quelle disponibili in Svizzera.

All'origine di questo divario vi sarebbe, secondo Tschan, la presenza nettamente più massiccia in Austria di piccole pensioni familiari in grado di trarre profitto dal business che ruota attorno agli europei di calcio.

Fair play

Per prevenire eventuali abusi, sleep-in ha definito chiare condizioni di utilizzo e, rivolgendosi a tifosi, ospitanti e ospitati, da il seguente consiglio:

"La regola per tutti è: fair play. Che siate ospitanti o ospitati riservate il medesimo trattamento e accordate il medesimo rispetto che vorreste ricevere. Per cominciare, tutte le informazioni che fornite devono essere veritiere. Infrangere questa regola significa incorrere in un cartellino giallo e rovinare l'ambiente."

Per essere certi di aver scelto l'ospitante o l'ospitato che fa al caso vostro, prosegue sleep-in, fissate un incontro prima del fischio di inizio degli europei. "Così facendo creerete un clima di fiducia reciproca, indispensabile per poter vivere insieme un appassionante Euro 2008."

Raccolto l'invito al fair-play

Sfogliando gli annunci degli ospitati appare evidente che sono in molti ad aver preso sul serio l'esortazione al fair play di sleep-in.ch. Per rendersene conto, basta leggere ad esempio l'autodescrizione del francese G.R.:

"Siamo due giovani che verranno in Svizzera per sostenere la nazionale francese, far festa, conoscere il paese... Siamo bravi ragazzi educati, non assumiamo droghe, ci piace parlare e vogliamo che questi europei diventino un'esperienza indimenticabile..."

swissinfo, Jean-Michel Berthoud
(traduzione e adattamento di Sandra Verzasconi Catalano)

ESTRATTO DELLE CONDIZIONI GENERALI DI SLEEP-IN

Sleep-in mette a disposizione degli utenti una piattaforma per la pubblicazione di annunci riguardanti l'offerta di alloggi durante Euro 2008. Sono ammessi unicamente annunci di ospitanti o ospitati. Le inserzioni con contenuti pubblicitari non sono consentite.

Sono altresì vietati gli annunci riguardanti: beni e servizi che violano diritti d'autore, brevetti, marchi o altri diritti di terzi; armi, munizioni ed esplosivi di qualsiasi genere, servizi di ricerca del partner, servizi a carattere sessuale, telefoni erotici, servizi nel settore della pornografia e della prostituzione, domande o offerte dal contenuto religioso e/o razzista, stupefacenti, medicamenti, giochi d'azzardo e giochi a premi.

Fine della finestrella

EURO 2008

In qualità di paesi organizzatori dell'evento calcistico in programma dal 7 al 29 giugno 2008, Svizzera e Austria sono qualificate di diritto.

I 31 incontri si svolgeranno in quattro città svizzere (Basilea, Berna, Ginevra, Zurigo) e in quattro austriache (Innsbruck, Klagenfurt, Salisburgo e Vienna). La finale si disputerà il 29 giugno a Vienna.

La Svizzera giocherà le partite per accedere ai quarti di finale a Basilea.

I costi a carico della Svizzera si aggirano attorno ai 182,1 milioni di franchi. Il contributo della Confederazione ammonta a 82,78 milioni.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×