Arrivederci Letzigrund

Nel 1995, il keniano Moses Kiptanui ha fermato i cronometri a 7:59,08 nei 3'000 metri siepi, tempo sinonimo di record del mondo Keystone

La 78esima edizione del meeting internazionale di atletica di Zurigo in programma venerdì è l'ultima che si svolgerà nel vecchio stadio del Letzigrund. Nel 2007, il raduno sportivo si terrà nella nuova costruzione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 agosto 2006 - 10:48

Nel corso della sua storia lo stadio del Letzigrund a Zurigo-Altstetten è spesso stato teatro di grandi momenti sportivi.

L'ultima edizione del meeting d'atletica leggera del prossimo 18 agosto nel venerabile stadio sarà posta soprattutto all'insegna della nostalgia. Sono infatti molte le star che hanno lasciato delle tracce sul tartan della pista del Letzigrund.

Tre giorni dopo la rassegna sportiva, i fans del Letzigrund avranno la possibilità di dire addio allo stadio. In particolare potranno appropriarsi di un souvenir, come ad esempio un pezzo di manto erboso o un frammento della curva sud.

Dopo la piccola festa di separazione, battezzata "Arrivederci Letzigrund", inizieranno i lavori di smantellamento e in seguito la ricostruzione dello stadio.

Riapertura nel settembre 2007

Secondo i piani, il nuovo stadio dovrebbe riaprire all'inizio di settembre del 2007, in modo da poter ospitare anche il prossimo anno il meeting.

Il campo accoglierà pure le partite casalinghe dell'FC Zurigo e del Grasshoppers, in una sorta di prova generale in vista dei Campionati europei di calcio del 2008. Nel nuovo Letzigrund sono infatti previste tre partite degli Europei.

Diverse trasformazioni

L'ormai logora arena fu inaugurata il 2 novembre del 1925, con il derby cittadino tra lo Zurigo e il Grasshoppers (2:2).

Non avendo ottenuto il sostegno economico della città, l'FC Zurigo costruì lo stadio a sue spese. In seguito alle difficoltà finanziarie incontrate negli anni seguenti, il club lo cedette poi gratuitamente alle autorità cittadine.

Nel corso degli anni, lo stadio di Zurigo-Altstetten ha subito numerose trasformazioni.

Pagine di storia sportiva

Sia sul manto erboso che sul rosso anello di pista, il Letzigrund ha marcato non pochi capitoli della storia sportiva. Il meeting d'atletica, in particolare, lo ha spesso posto sotto la luce dei riflettori.

La rassegna, oggi battezzata "Weltklasse Zürich", fu organizzata per la prima volta nel 1928. Complessivamente, nello stadio sono stati realizzati 23 record mondiali e 58 record svizzeri. Un bilancio talmente positivo che la pista è stata ribattezzata "Piste magique".

I primi due record mondiali risalgono al 7 luglio del 1959, quando il tedesco Martin Lauer riuscì nell'impresa di migliorare i primati dei 110 metri ostacoli e dei 200 metri ostacoli. Un anno dopo, un altro tedesco, Armin Hary, fu il primo uomo a correre i 100 metri in 10 secondi.

Gli ultimi record del mondo furono fatti segnare nel 1997. Nella stessa magica serata, Wilson Boit Kipketer (Kenya) trionfò nei 3'000 siepi, Wilson Kipketer (Danimarca) negli 800 m e Haile Gebreselassie (Etiopia) nei 5'000 m.

FC Zurigo

Per molti, il Letzigrund è però soprattutto sinonimo di FC Zurigo, il club di calcio cittadino che conta più sostenitori. Nella sua bacheca, la squadra conta dieci titoli di campione elvetico e sette coppe svizzere. Molti giocatori che hanno scritto pagine importanti nel calcio svizzero sono inoltre usciti dalle sue file, come ad esempio l'attuale allenatore della nazionale Köbi Kuhn.

Anche in campo europeo, lo stadio ha conosciuto grandi momenti. Per due volte l'FC Zurigo è riuscito a raggiungere le semifinali di Coppa Campioni: nel 1964 contro il Real Madrid e nel 1977 contro il Liverpool.

Nel 1978, per la partita d'addio di Köbi Kuhn, è di scena il Milan. Il Letzigrund ha pure ospitato i due calciatori del secolo, Maradona con il Napoli nel 1998 e Pelé nel 1968 in occasione di un'amichevole tra l'FC Zurigo e il Santos.

Non solo sport

Come ogni stadio che si rispetti, anche il Letzigrund è spesso stato trasformato in grande arena per i concerti. Fino a metà degli anni '90, principalmente per manifestazioni come il festival delle fanfare di polizia. Nel 1970, infatti, l'esecutivo cittadino si era pronunciato contro l'organizzazione di un festival di musica pop.

Nel 1996, i Bon Jovi sono la prima rock band a cui vengono aperti i cancelli dello stadio. Nel 2003, in un Letzigrund colmo in ogni ordine di posti, è la volta dei Rolling Stones.

swissinfo, Jean-Michel Berthoud
(traduzione di Daniele Mariani)

In breve

Il nuovo Letzigrund è uno stadio multifunzionale senza strutture annesse, come ristoranti e negozi.

Per gli incontri di calcio disporrà di 25'000 posti, per il meeting di atletica di 30'000 e per i concerti fino a 50'000. L'architetto è Eraldo Consolascio.

I costi per la nuova costruzione sono preventivati in 110 milioni di franchi. Altri 5,9 milioni saranno necessari per adattarlo temporaneamente per l'Euro 2008. I lavori di rifacimento sono stati accettati in votazione a schiacciante maggioranza dalla popolazione zurighese.

La ricostruzione è stata decisa poiché il nuovo Hardturm – l'altro stadio cittadino – non sarà a disposizione per i Campionati europei di calcio del 2008.

End of insertion

Fatti e cifre

18 agosto 2006: 78esima edizione della "Weltklasse Zürich"
Al meeting parteciperanno, tra l'altro, le seguenti star:
Sanya Richard (400 m donne), Marion Jones (100 m donne), Maria Mutola (800 m donne), Asafa Powell (100 m uomini), Kajsa Bergqvist (alto donne).
Tra gli svizzeri da rilevare la presenza di Alex Martinez, nel salto triplo, e di Christian Belz, nei 5'000 m.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo