Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Bronzo mondiale per Stéphane Lambiel

Stéphane Lambiel (sinistra) medaglia di bronzo, nonostante la caduta del giorno prima

(Keystone)

Ai campionati mondiali di pattinaggio di Tokyo Stéphane Lambiel non è riuscito a conservare il titolo iridato che deteneva. Ha dovuto accontentarsi della medaglia di bronzo.

Dopo un programma corto un po' problematico, il vallesano ha recuperato nel libero riuscendo a salire sul podio.

Solo sesto dopo il programma corto, Stéphane Lambiel si è bene ripreso nel libero, nel quale è giunto al secondo posto. Questa impresa gli ha permesso di recuperare ben tre posizioni nella classifica finale ed aggiudicarsi la medaglia di bronzo finale.

Per il giovane vallesano si trattava di un ritorno alle competizioni di alto livello dopo un breve periodo di pausa.

Solo alcune settimane fa - a causa di un periodo di stress e della mancanza di motivazione - non escludeva di mettere fine alla sua carriera agonistica.

Poi però, dopo aver rinunciato agli europei di Varsavia, ha deciso di tornare a confrontarsi con i suoi migliori avversari ai campionati mondiali di Tokyo, per cercare di mantenere il titolo iridato che deteneva dallo scorso anno a Calgary.

Titolo molto atteso per i francesi

Come previsto Lambiel ha riproposto il suo ultimo cavallo di battaglia: un programma libero ispirato al flamenco, la cui coreografia è giudicata dagli esperti di altissimo livello artistico.

Il vallesano ha perfettamente eseguito un triplo axel e una combinazione con quadruplo toe-loop, ma ha sbagliato la seconda, nonché il triplo flip (diventato un doppio). Grazie alle sue piroette aggraziate e alle sequenze di passi, il "piccolo principe" rossocrociato è riuscito a conquistare il pubblico del sol levante.

Sul gradino più alto del podio di Tokyo è salito Brian Joubert – leader dopo il corto e terzo miglior libero. Per i francesi si tratta del primo titolo iridato dopo 42 anni.

Dietro a Joubert si è piazzato il beniamino di casa Daisuke Takahashi, migliore del programma libero.

Il secondo svizzero in classifica, Jamal Othman, si è dal canto suo piazzato al 18esimo posto finale. Un risultato soddisfacente per il 20enne bernese, che ha così migliorato di tre posizioni il suo record in campo mondiale registrato a Mosca nel 2005.

swissinfo e agenzie

In breve

Stéphane Lambiel, che vive a Losanna, è nato il 2 aprile 1985 a Martigny, in Vallese.

Attualmente è seguito dal direttore tecnico Peter Grütter. Le coreografie dei suoi programmi sono curate da Salomé Brunner. La preparatrice atletica è Madjda Scharl.

Dopo aver rinunciato a partecipare ai campionati d'Europa in gennaio, ha effettuato alcuni cambiamenti all'interno del suo entourage.

Nella stagione attuale ha disputato solo due gare ("Skate" in Canada e i campionati di Svizzera).

Ha anche partecipato alle serate di gala dello spettacolo Art on Ice.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

Marzo 2006: medaglia di bronzo ai mondiali di Tokyo.
Marzo 2006: campione del mondo a Calgary.
Febbraio 2006: vice campione olimpico.
Gennaio 2006: medaglia d'argento ai Campionati europei di Lione. Marzo 2005: campione del mondo a Mosca.
2001-2006: 6 titoli di campione svizzero.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.