Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Buon inizio per il turismo invernale

Per le vacanze di Natale e Capodanno, gli appassionati di sci potranno godere di condizioni ottime (foto: Svizzera Turismo)

Grazie alle abbondanti nevicate delle scorse settimane, la stagione turistica invernale in Svizzera si è aperta sotto auspici eccellenti.

Le principali località sciistiche annunciano il quasi tutto esaurito per le vacanze di Natale e Capodanno.

Nei Grigioni le prenotazioni hanno raggiunto un tasso eccellente, anche se vi è ancora qualche alloggio libero, ha indicato il portavoce dell'organizzazione Graubünden Ferien (GRF) Gieri Spescha.

"Al momento funziona tutto a meraviglia", ha aggiunto: le condizioni della neve e delle piste sono fantastiche, i turisti tedeschi sono in aumento e quelli svizzeri si mantengono stabili.

In Vallese la stagione invernale sta partendo nel migliore dei modi, secondo Vincent Bornet, di Valais Tourisme.

Le stazioni sciistiche registrano un tasso di occupazione stabile, forse leggermente superiore a quello degli anni scorsi, grazie soprattutto al buon innevamento delle piste.

Natale nel weekend

Tutto per il meglio anche nel canton Vaud: il 98% di alberghi e appartamenti di vacanza sono affittati per il periodo di Capodanno.

Le ottime condizioni della neve e delle piste unitamente alla coincidenza di Natale con il finesettimana hanno fatto sì che molti dei vacanzieri giungano nelle località turistiche già questa sera e non il 26 dicembre, come solitamente, ha indicato Charles-André Ramseier, direttore dell'ente turistico vodese.

Neve perfetta anche nell'Oberland bernese, dove tutti gli impianti sono in funzione.

Se il 2004 è stato per l'intera regione un ottimo anno, il 2005 rischia di essere ancora migliore, si rallegrano i responsabili del turismo.

Per il periodo di Natale e Capodanno gli alloggi sono praticamente al completo e le prenotazioni si annunciano promettenti anche per il resto della stagione invernale.

Soddisfazione pure nella Svizzera centrale. A Sörenberg, nel canton Lucerna, vi sono ancora alcuni letti liberi per il finesettimana natalizio.

Dal 27 dicembre al 7 gennaio gli appartamenti di vacanza sono al completo e gli alberghi sono quasi pieni.

A Andermatt (Uri) gli alloggi sono prenotati da tempo, mentre negli hotel c'è ancora qualche posto libero.

Nuova ondata di freddo

Per coloro che desiderano un bianco Natale, le regioni di montagna sulle Alpi o nel Giura sono dunque un valore sicuro: la neve è abbondante ovunque.

Al contrario, come osserva Felix Schacher di Meteosuisse, "in pianura l'inverno comincerà soltanto dopo Natale".

In effetti, a basse quote, le temperature superiori allo zero attese per il weekend non permetteranno ai residui di neve di mantenersi.

Per il 26 dicembre, le previsioni parlano invece del ritorno del freddo e del vento. "Farà molto, molto freddo", ha messo in guardia il metereologo.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

All'inizio della stagione, il settore turistico svizzero ha constatato con piacere il ritorno dei turisti tedeschi.
Per quest'inverno, il settore prevede un aumento del 2% delle riservazioni e del 3% della cifra d'affari.
Sulle Alpi, lo strato di neve ha raggiunto un livello almeno doppio rispetto alla media degli anni scorsi.
La maggioranza delle stazioni registra tra 50 cm ed un metro di neve.
Gli esperti ritengono che il manto nevoso si sia ben consolidato, ciò che riduce il rischio di valanghe.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×