Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Calano gli utili delle banche cantonali

Le banche cantonali hanno realizzato lo scorso anno utili netti cumulati pari a 2,27 miliardi di franchi, in flessione del 27,6% rispetto al 2007. I 24 istituti hanno comunque beneficiato di un forte afflusso di nuovi clienti, sulla scia della crisi di fiducia nei confronti delle grandi banche.

I fondi della clientela sono progrediti del 16,6% a 243,6 miliardi di franchi, ha comunicato giovedì l'Unione delle banche cantonali svizzere (UBCS).

I crediti concessi alle piccole e medie imprese (Pmi) sono aumentati del 9,6% a 46,9 miliardi di franchi. Il volume dei prestiti ipotecari è salito del 3,7% a 241 miliardi di franchi. I patrimoni in gestione erano pari a 507,3 miliardi di franchi (-4,8%).

I proventi delle operazioni su interesse sono saliti del 3,8% a 5,54 miliardi di franchi. I ricavi delle operazioni in commissione e delle prestazioni di servizi sono invece diminuiti del 10,5% a 2,11 miliardi. Il prodotto delle negoziazioni ha subito un ribasso del 47,3% a 396,5 milioni. Complessivamente i ricavi si sono attestati a 8,32 miliardi di franchi (-5,7%).

Le banche cantonali, che complessivamente hanno in organico 18'000 persone, prevedono un esercizio difficile nel 2009.

swissinfo e agenzie


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×