Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Calcio d'inizio per il campionato

I basilesi voglio ripetere la doppietta (campionato e coppa) della stagione 2001-2002

(Keystone)

Ha ripreso mercoledì il campionato svizzero di calcio, un torneo di transizione che vede favoriti, anche quest'anno, Basilea e Grasshopper.

Vacanze più lunghe quest'anno per i calciatori svizzeri: messo in "naftalina" lo scorso torneo - che ha laureato il Basilea campione svizzero, Lugano e Servette in Coppa UEFA - il mondo del pallone elvetico ha beneficiato di 60 giorni di pausa.

La ribalta internazionale - dapprima con gli Europei U21 proprio in Svizzera e poi con la vittoria del Brasile nel Campionato del Mondo - ha "oscurato" il calcio elvetico che riprende le ostilità già in questa prima settimana di luglio.

Relegate a tavolino Lugano, Losanna e Sion

Sarà un torneo meno "latino" e più "teutonico", visto che la massima serie ha perso tre squadre blasonate come Lugano, Sion e Losanna, relegate per gravi problemi economici e di bilanci. Al loro posto sono state "ripescate" Aarau, Délemont e Lucerna, che due mesi fa avevano concluso, rispettivamente, in quinta, sesta e settima posizione nel girone per la promozione in Lega Nazionale A (LNA).

Il calcio svizzero potrà contare su forze nuove di periferia, come le neo-promosse Thun e Wil: i bernesi già con Bregy sulla panchina avevano fatto l'occhiolino alla LNA. Ora si preannunciano "pepati" derby con il più blasonato Young Boys che quest'anno si è assicurato - tra gli altri - Stéphane Chapuisat e Joel Magnin.

Wil, una provinciale nella morsa di San Gallo e Zurigo

Il Wil è arrivato in LNA dopo un lavoro pianificato negli ultimi 24 mesi. Due anni in cui la compagine sangallese si è costantemente rinforzata, sia in campo sia a livello dirigenziale. Alla Bergholz si respira aria di festa insomma: si è consci che sarà impresa ardua sfuggire al girone contro la relegazione.

L'inverno scorso il Wil ha perso il bomber Sawu ma è riuscito a sostituirlo con Bamba, prelevato dall'Yverdon. I sangallesi poi sono riusciti ad assicurarsi i servigi di Nicolas Beney, portiere proveniente dal Sion e grande protagonista agli Europei Under 21.

Basilea distratto dalla Champions League?

Dopo l'accoppiata campionato-coppa svizzera, il Basilea (25 milioni di budget!) di Christian Gross parte con il ruolo di grande favorito. I renani cercheranno anche di inserirsi nel tabellone delle 32 "reginette" ammesse alla Champions League.

Sulla loro strada i rossoblù avranno due ostacoli da superare: il primo è costituito dagli slovacchi dello Zilina, che i campioni svizzeri affronteranno il 31 luglio (in trasferta) e mercoledì 7 agosto al St. Jakob Park.

Tuttavia, per centrare l'obiettivo, bisognerà superare anche - dopo essersi sbarazzati dello Zilina - il terzo turno, quello che potrebbe riservare avversari scomodi come ad esempio Inter, Manchester United o Bayern Monaco.

Grasshopper e YB "outsider di lusso"?

Il Grasshopper, che può contare su un budget di 20 milioni di franchi, cercherà di tenere il passo del Basilea, anche grazie all'ingaggio del cileno Sebastian Rozental, che far coppia con Nunez.

A Berna, sponda YB, si sono fatte le cose in grande: con l'arrivo di due attaccanti di "razza", come Chapuisat e Joel Magnin, i gialloneri puntano al titolo.

Nella Capitale si respira lo stesso entusiasmo che ha contagiato il Basilea: ora ai ragazzi di Schällibaum il dover di ripagare i tifosi sul campo.

Promozione: due poltrone per ... otto

Dal prossimo campionato la Lega Nazionale A sarà composta da dieci formazioni, quella cadetta da sedici. Dalla cosiddetta formula "Rumo" al nuovo assetto proposto da Edmond Isoz, direttore della Lega Nazionale.

Nel dicembre prossimo, dunque, le prime otto squadre di A disputeranno il girone per il titolo, le ultime quattro quello di promozione-relegazione al termine del quale - e questa sarà la grande novità - soltanto le prime 2 giocheranno nell'élite la stagione successiva. Sarà allora il primo campionato a dieci squadre.

Intanto venerdì - con l'anticipo Baden-Lugano - scatta anche il campionato cadetto che, come detto, vede la presenza di squadre come Losanna, Lugano, Sion, Yverdon, Bellinzona tra le favorite - che ambiscono alle prime quattro "poltrone" e le due neopromosse Wohlen e Sciaffusa.

Filippo Frizzi


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.