Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Carta sanitaria elettronica presto obbligatoria

Dal 2009 i pazienti dovranno presentare, anche in farmacia, la loro carta sanitaria.

(Keystone)

Dal 2009, tutti gli assicurati dovranno presentare la loro carta sanitaria elettronica per ottenere delle prestazioni da medici, ospedali e farmacie e per richiedere la fatturazione tramite l'assicurazione malattia.

Con questa carta, il governo intende fissare il rimborso delle cure nell'assicurazione malattia di base.

Il Consiglio federale, il quale conta sulla carta sanitaria elettronica per semplificare il conteggio delle prestazioni nell'assicurazione di base, ha fissato mercoledì le modalità di emissione di questo nuovo documento in un'ordinanza.

Su questo certificato, che avrà il formato di una carta di credito, saranno registrati i dati amministrativi dell'assicurato, come il nome, il numero di assicurazione sociale o il nome dell'assicuratore (cassa malati).

«Medici, ospedali e farmacie potranno consultare queste informazioni e registrarle elettronicamente al momento della fatturazione», indica il Dipartimento federale dell'interno (DFI) in un comunicato.

Dal canto loro, gli assicurati potranno facoltativamente cancellare dalla carta i dati ad ogni momento oppure memorizzare determinate informazioni mediche (patologie attuali, conseguenze di un infortunio, allergie,...). Tutte queste informazioni dovranno essere registrate da un fornitore di prestazioni autorizzato, di regola un medico.

Protezione dei dati

Con questa tessera, rileva il DFI, il governo spera pure in un miglioramento della qualità e della sicurezza delle cure mediche, soprattutto in situazioni di emergenza.

La carta non vuole tuttavia sostituire i certificati esistenti e nemmeno introdurre una cartella clinica elettronica del paziente. Si intende piuttosto provvedere affinché i pazienti possano mettere a disposizione dei fornitori di prestazioni importanti informazioni sulla propria persona o lo stato di salute, sia in caso di emergenza che di visite programmate, sottolinea il DFI.

I dati personali saranno considerati come «comunicazione» o «avvertenza»: non avranno la stessa valenza di un rapporto medico. I pazienti potranno ad ogni modo proteggere la loro carta tramite un codice personale.

Per ragioni legate alla protezione dei dati, le casse malati non avranno accesso ai dati medici personali degli assicurati.

Progetto pilota in Ticino

La carta sanitaria elettronica è stata sperimentata per la prima volta in Svizzera nella regione urbana di Lugano (Ticino), dal 2004 al 2006. Al progetto pilota hanno partecipato 2'500 persone, un'ottantina tra studi medici e farmacie, nonché alcuni ospedali e cliniche.

Nello scorso mese di gennaio, la Conferenza dei direttori cantonali della sanità ha sottoscritto una dichiarazione a favore di un ruolo attivo dei cantoni nella promozione della sanità elettronica.

swissinfo e agenzie

Altre decisioni del Consiglio federale

- La Svizzera applicherà delle sanzioni contro l'Iran. In seguito alla risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'ONU, il governo ha proibito le esportazioni di beni che potrebbero essere utilizzati nel programma nucleare o di missili balistici iraniano.

- Il governo vuole evitare nuovi ostacoli alla circolazione delle merci con l'Unione europea. Ha proposto un mandato di negoziati per ottenere un regime speciale nelle nuove misure doganali previste da Bruxelles.

- Le azioni al portatore non saranno abolite. Il Consiglio federale ha rinunciato a questo progetto in seguito alle reticenze espresse nel corso della procedura di consultazione relativa alla revisione del diritto della società anonima.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.