Coppa Davis: la Svizzera elimina gli Stati Uniti

La gioia di Federer dopo un colpo vincente nel confronto che ha garantito un successo storico alla Svizzera tennistica Keystone

La vittoria ottenuta domenica pomeriggio da Roger Federer contro Jean-Michel Gambill vale alla squadra svizzera il passaggio del 1. turno principale della più importante competizione tennistica a squadre, eliminando gli Stati Uniti, più volte vincitori della competizione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 febbraio 2001 - 12:52

L'impresa era nell'aria già da sabato in serata quando il doppio svizzero composto da Roger Federer e da Lorenzo Manta è riuscito a battere in tre set la coppia americana Gimelstob-Gambill. A quel punto non mancava che una vittoria per qualificare la squadra elvetica ai quarti di finale della Davis.

E questa vittoria è giunta nella prima partita di domenica pomeriggio. Roger Federer ha infatti battuto Jean-Michel Gambill in quattro set con il punteggio di 7-5 6-2 4-6 6-2. Con questo successo la Svizzera si è portata sul 3 - 1 e, ad un match dal termine del confronto, è ormai irraggiungibile.

Grandissima soddisfazione per il giovane Federer, sempre più vicino ai vertici mondiali, e per la squadra intera, considerando come soprattutto Lorenzo Manta, sceso in campo nel doppio, e Michel Kratochvil si sono espressi su buoni livelli.

Ed ora già si pregusta il quarto di finale contro la forte Francia di Cedric Piovine, Fabrice Santoro, Arnaud Clement e Sebastien Grosjean. Di questi 4 giocatori, ben 3 si trovano davanti a Federer nelle classifiche ATP. L'incontro di preannuncia già sin d'ora decisamente tosto ma, come si suol dire, l'appetito vien mangiando...

L'eliminazione degli Stati Uniti, pur se privi dei due loro migliori rappresentanti, quei Pete Sampras e André Agassi che a Basilea non si sono visti, ha il sapore del successo storico. Infatti fino ad ora nella storia di questa gloriosa competizione tennistica per nazioni, Svizzera e USA si erano incontrati soltanto una volta e la sconfitta che scaturì da quell'incontro fu veramente bruciante per i rappresentanti elvetici. Si era nel 1992 quando Jakob Hlasek e Marc Rosset, allora portabandiera della squadra rossocrociata, raggiunsero addirittura la finale della Davis, dove incontrarono appunto gli Stati Uniti che riuscirono a conquistare l'ambita "insalatiera" del Tennis.

Da notare come quel confronto del 1992 segnò la fine della carriera di John McEnroe, il cui fratello Patrick era oggi a Basilea in veste di capitano della squadra a stelle e strisce.

swissinfo

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo