Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Didier Burkhalter ospite dell'UDC

Venerdì, al tradizionale raduno dell'Unione democratica di centro zurighese all'Albisgüetli, l'ex ministro e attuale vicepresidente dell'UDC nazionale Christoph Blocher si è scagliato contro l'élite politica elvetica. All'incontro ha partecipato anche il ministro liberale radicale Burkhalter.

Nel suo discorso – durato oltre un'ora – Christoph Blocher ha passato in rassegna i problemi che nell'anno appena trascorso «hanno ridicolizzato la Svizzera» davanti al mondo intero. «Definire un disastro ciò che si è permessa di fare l'élite politica è un eufemismo», ha dichiarato.

Blocher ha in particolare stigmatizzato il comportamento delle autorità nella vertenza fra UBS e il fisco americano, ha denunciato il «sacrificio senza trattative» del segreto bancario, ha indicato come «dilettante» il comportamento del presidente della Confederazione Hans-Rudolf Merz nella vicenda dei due svizzeri trattenuti in Libia e ha definito «penose» le reazioni di politici, professori e giornalisti dopo l'approvazione dell'iniziativa contro i minareti.

Non sono mancate le critiche ai due ministri socialisti Moritz Leuenberger e Micheline Calmy-Rey, rei a suo avviso di voler far entrare la Svizzera nell'UE dalla porta di servizio.

Il ministro dell'interno Didier Burkhalter è stato il primo consigliere federale estraneo all'UDC ad accettare l'invito. Il nuovo membro del governo ha detto di aver accettato con piacere la proposta, «nonostante gli avvertimenti ricevuti». Il neocastellano ha invitato i presenti a tenere alti i valori «alla base del successo presente e futuro della Svizzera». Valori come il rispetto – che deve valere anche «verso le altre religioni, culture e opinioni politiche» –, la libertà, la responsabilità, la sicurezza e la fiducia.

Affrontando i temi d'attualità, il ministro si è rallegrato per il sostegno dell'UDC alla riduzione del tasso di conversione delle rendite del secondo pilastro su cui si voterà il prossimo 7 marzo, ma ha pure ricordato che per garantire la sicurezza sociale è urgente anche una nuova riforma dell'AVS, «anche se ciò potrà risultare doloroso».

swissinfo.ch e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.