Droga: smantellata a Zurigo una rete internazionale di trafficanti

L'operazione, diretta dalla polizia criminale della città, ha portato all'arresto di 13 persone, mentre 2 sono ancora latitanti. La banda avrebbe smerciato 40 chili di eroina proveniente dai Balcani.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 maggio 2000 - 18:59

Secondo le informazioni fornite dalla polizia zurighese, le indagini sono cominciate nel giugno del 1999. A insospettire sono stati i movimenti di uno sloveno di 36 anni, la cui auto era però stata controllata per due volte senza esito ai valichi doganali di St. Margreten (Canton San Gallo) e Chiasso.

A metà luglio altri due sloveni di 20 e 22 anni erano stati fermati a bordo della stessa auto al valico vodese di Vallorbe. Stavolta il controllo aveva confermato i sospetti, con il sequestro di 33 pacchetti, ognuno contenente 500 grammi di eroina. Il 36enne sloveno proprietario dell'auto è stato arrestato lo stesso giorno a Basilea.

A fine luglio, in un'area di servizio autostradale nel canton Lucerna, la polizia aveva poi messo le mani su un 35enne jugoslavo e un 32enne italiano, residenti illegalmente in Svizzera. Gli arresti sono proseguiti sino a fine marzo in diversi cantoni, portando complessivamente dietro le sbarre 13 persone, mentre due sono tuttora latitanti. Gli arrestati sono di nazionalità svizzera, italiana, slovena, albanese e jugoslava.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo