Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Duty-free anche per i passeggeri in arrivo?

Anche ai viaggiatori in arrivo negli aeroporti svizzeri andrebbe concessa la possibilità di fare acquisti nei negozi duty-free. Ne è convinto il governo elvetico, che spera così di aumentare l'attrattiva degli scali svizzeri.

Il progetto del Consiglio federale, sottoposto venerdì al parlamento, dovrebbe consentire di incrementare il fatturato dei duty-free di 50-60 milioni all'anno e di creare 60-80 nuovi posti di lavoro.

Attualmente, solamente i passeggeri in partenza dalla Svizzera possono acquistare merci nei negozi in zona franca di tasse degli aeroporti.

In base a una nota odierna del Dipartimento federale delle finanze (DFF), questa modifica legislativa dovrebbe favorire l'attrattiva degli scali elvetici rispetto a quelli esteri.

Altri paesi hanno già preceduto la Svizzera con questa riforma. Oggigiorno è possibile effettuare acquisti in esenzione da tributi all'arrivo in 58 Paesi, cinque dei quali si trovano in Europa (Gibilterra, Islanda, Norvegia, Serbia e Turchia).

La modifica legislativa ha ricevuto ampio sostegno durante la procedura di consultazione. Alcuni hanno però fatto notare che il diritto europeo non conosce il "tax free on arrival" e che il progetto si contrappone quindi agli sforzi della Svizzera verso una maggiore eurocompatibilità.

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.