Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Largo ai (meno) giovani L'importanza dei senior per l’economia svizzera

I lavoratori “anziani”, detti anche senior, sono bene integrati nel mercato del lavoro elvetico e saranno sempre più importanti per l'economia elvetica.

Dalla seconda conferenza nazionale sul tema dei lavoratori in età avanzataLink esterno, che ha riunito a Berna rappresentanti delle autorità, dei sindacati e del padronato, è emerso un quadro nel complesso positivo: dal 2010 al 2015 la quota di persone attive fra i 55 e i 64 anni è aumentata di 5,3 punti percentuali, raggiungendo il 75,8%.

Lo scorso anno il tasso di disoccupazione in Svizzera è stato in media del 3,3%, quello dei cinquantenni e degli ultracinquantenni del 2,9%. I lavoratori in età avanzata continuano a essere esposti a un rischio di disoccupazione inferiore alla media, ha detto il presidente della Confederazione Johann Schneider Amman. Eppure, una volta disoccupati, hanno molte più difficoltà a reinserirsi nel mondo del lavoro rispetto ai più giovani.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza