Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Epilogo miliardario per le protesi difettose

Hanno causato grossi problemi: le protesi per le anche di Sulzer Medica

(Keystone)

Sulzer Medica ha raggiunto un accordo miliardario con i legali delle vittime statunitensi. Direzione e mercato si dicono fiduciosi.

Ultima tappa per la tormentata vicenda delle protesi difettose, vendute negli Stati Uniti da Sulzer Medica. Dopo sette mesi di intensi negoziati è stato messo a punto il testo dell'accordo che dovrebbe definitivamente chiudere la vertenza tra Sulzer Medica e le organizzazioni dei pazienti americani cui sono state impiantate.

Il testo finale, indica in un comunicato di giovedì Sulzer Medica, è stato approvato da tutte le parti in causa, e in particolare dagli avvocati dei pazienti e da Kathleen O'Malley, giudice della Corte federale di Cleveland.

L'intesa prevede una risarcimento globale di un miliardo di dollari (1,7 miliardi di franchi), pari a 200'000 dollari (334'000 franchi) per paziente. La parola finale spetta ai pazienti stessi, che dovranno prendere posizione entro il 14 maggio.

Adesione all'accordo

In una prima reazione Sulzer Medica ha espresso la sua soddisfazione. La direzione conta sull'adesione dei pazienti toccati all'accordo, ha dichiarato la portavoce del gruppo industriale Beatrice Tschanz. Il testo sarà pubblicato nei prossimi giorni, quando tutti gli interpellati saranno stati adeguatamente informati.

Se non ci sarà una quota d'adesione sufficiente - dalla centrale di Wintethur si indica un 90 per cento dei pazienti che hanno subito l'impianto di una protesi difettosa - Sulzer Medica mantiene l'opzione di rinunciare ai pagamenti e depositare i bilanci dichiarando la bancarotta.

"In questo caso - ricorda Beatrice Tschanz - gli avvocati perderebbero i loro onorari. Questi hanno dunque un interesse diretto all'esito positivo degli accordi".

La reazione della borsa

Sia Sulzer che Sulzer Medica approfittano nel frattempo della riacquistata fiducia nella possibilità si superare la crisi. La decisione del tribunale americano ha fatto risalire la china del valore quotato in borsa. Medica è salita di cinque punti e Sulzer di un punto nella sola mattinata, dopo l'annuncio dell'accordo negli Stati Uniti.

swissinfo e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.