Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Euro 2008: la Svizzera si rallegra

La gioia di Zloczower e Stickler, presidenti delle federazioni svizzera e austriaca

(Keystone)

Gli Europei del 2008 si svolgeranno in Svizzera ed in Austria. L'ha deciso il comitato esecutivo dell'Uefa dopo ore di discussione.

La Svizzera spera che gli Europei portino con sé un incentivo allo sport e all'economia.

Adesso è fatta. Nonostante l'ampio ritardo (almeno un paio d'ore) con il quale sono stati comunicati i risultati avesse fatto temere il peggio per il destino di quella che appariva come la favorita, la candidatura "alpina" ha come previsto sbaragliato la concorrenza. Ed alla fine è ciò che conta.

Nel 2008 Austria e Svizzera ospiteranno il gotha del calcio europeo. Questo onore se lo sono giocato fino in fondo con l'altra sorprendente finalista: l'Ungheria, un progetto che non godeva di particolari credenziali ma che, alla prova dei fatti, si è dimostrato il più agguerrito del lotto.

Precocemente uscite di scena le candidature provenienti dal nord Europa (Scozia/Irlanda e Nordic 2008) sulle quali invece scommettevano in molti.

"Una vittoria che ci darà moltissimi impulsi", ha commentato subito dopo l'annuncio dei risultati Köbi Kuhn, l'allenatore della Nazionale. "Sono profondamente toccato", ha da parte sua affermato Ralph Zloczower, presidente dell'Associazione svizzera di calcio (ASF). "Faremo il possibile e l'impossibile perché il torneo sia un successo. Sapevamo che il nostro dossier era il migliore".

Appuntamento storico

48 anni dopo i Mondiali del 1954 (vedi altri sviluppi), la Svizzera è nuovamente chiamata ad ospitare un evento calcistico di livello planetario.

Ginevra, Berna, Basilea, Zurigo in Svizzera e Klagenfurt, Salisburgo, Innsbruck, Vienna in Austria saranno ben liete di accogliere migliaia di tifosi nei loro avveniristici stadi.

Anche se con 6 anni di anticipo, l'appuntamento è ormai fissato: il torneo inizierà il 7 giugno 2008 a Berna e si concluderà il 29 giugno a Vienna.

La gioia di Samuel Schmid

Il ministro dello sport Samuel Schmid non ha nascosto il suo entusiasmo per il successo svizzero-austriaco. Lo ritiene il giusto coronamento di anni di collaborazione tra il mondo politico, quello sportivo e gli sponsor.

"Ci impegneremo al massimo: organizzeremo dei campionati mai visti", ha esclamato Schmid dopo essere venuto a conoscenza della decisione dell'Uefa.

Schmid spera che gli Europei possano risanare la ferita ancora aperta della sconfitta di Sion. Grande favorita per l'assegnazione dei Giochi olimpici invernali del 2006, la cittadina vallesana si vide superare in dirittura d'arrivo da Torino.

Che annata!

Il premio odierno ha nuovamente ribadito come l'annata calcistica svizzera sia stata letteralmente stellare.

Dopo il titolo europeo della Nazionale under 17, la qualifica della U-21 alle semifinali dell'omologo torneo, il rilancio della Nazionale maggiore e gli exploit europei del Basilea, giunge ora una gustosissima ciliegina sulla torta: l'Euro 2008.

Ed Austria e Svizzera sono riuscite nell'impresa di vincere anche questa difficile partita. Per la gioia di tutti gli appassionati di calcio nei due paesi.

Non solo sport

Il vivo interesse per il torneo continentale non sorprende. Gli Europei sono infatti unanimamente considerati il terzo evento sportivo più importante al mondo, dopo la Coppa del mondo di calcio e le Olimpiadi estive.

La loro organizzazione è interessante anche dal profilo economico. Nel 2000, Olanda e Belgio hanno ad esempio guadaguato circa 18 milioni di euro (26.5 milioni di franchi). Quattro anni prima, l'Inghilterra si ritrovò con un beneficio di 30 milioni di euro.

L'indotto dovuto agli importanti investimenti (stadi, vie di comunicazione), all'aumento di turisti, allo sponsoring e alla maggior occupazione, potrebbe inoltre essere alla base di un mini boom economico. Senza contare i benefici in termine d'immagine.

Marzio Pescia, swissinfo

Fatti e cifre

paesi candidati:
Bosnia/Croazia, Grecia/Turchia, Ungheria, Scozia/Irlanda, Russia, Nordic 2008 (4 paesi scandinavi), Austria/Svizzera;
Finalissima tra Austria/Svizzera e Ungheria;
Gli incontri si svolgeranno a Ginevra, Berna, Basilea, Zurigo, Klagenfurt, Innsbruck, Salisburgo e Vienna;
I quattro stadi elvetici ospiteranno 15 partite;
Il Wankdorf di Berna ospiterà la partita inaugurale ed una semifinale del torneo;
Budget del torneo: circa 170 milioni di franchi.
Spettatori negli stadi: circa 1.2 milioni;
Trasmissioni TV in circa 200 paesi; più di 10'000 giornalisti attesi.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×