Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Federalismo, mancanza di personale e forti spese

In Svizzera ogni cantone ha il suo corpo di polizia. Questo ostacola il coordinamento delle forze dell’ordine.

In base a un rapporto, la polizia svizzera è la più cara in Europa, nonostante gli effettivi siano meno numerosi che negli altri paesi.

La Commissione tecnica della polizia svizzera (SPTK), presieduta dal comandante della polizia cittadina di Zurigo Philipp Hotzenköcherle, ha il compito di sperimentare le armi che saranno utilizzate dalle forze dell’ordine elvetiche.

L’SPTK realizza bollettini periodici di informazione, destinati alle polizie della Confederazione, in cui riassume i risultati delle sue ricerche, consiglia o meno l’adozione di un’arma e ne stabilisce le condizioni minime di sicurezza.

L’SPTK ha però potere solo consultivo: ogni corpo di polizia sceglie in autonomia regole e strumenti di lavoro, in accordo con le autorità politiche locali.

La cooperazione dei corpi di polizia cantonali e comunali è disciplinata da quattro Concordati: della Svizzera centrale, occidentale, orientale e nord-occidentale; ma solo gli ultimi due prevedono una collaborazione in materia di istruzione del personale e di equipaggiamento. Il risultato sono differenze, talvolta marcate, che si fanno sentire in occasione di eventi come il World Economic Forum di Davos ed il recente G8 di Evian, quando agenti di cantoni diversi lavorano insieme.

Anche per cercare di armonizzare queste differenze è nato l’USIS, un gruppo di lavoro che vede insieme cantoni e Confederazione. Da tre anni, USIS studia il sistema di sicurezza interna della Svizzera, sotto la direzione del Dipartimento federale giustizia e polizia e della Conferenza dei direttori e delle direttrici dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CCDJP).

Le lacune della polizia

Il rapporto finale è stato presentato nell’aprile scorso alla ministra Metzler, che dovrebbe renderlo pubblico nel prossimo autunno. Nel frattempo, USIS attende di essere rifinanziato e integrato con Polizia XXI - il progetto di riforma messo a punto dalla Conferenza dei comandanti delle polizie cantonali (CCPCS).

Fra le lacune messe in luce dall’USIS, c’è la carenza di effettivi: in Svizzera mancherebbero dagli 800 ai 1000 agenti, come dimostra il confronto con altri paesi europei. In Francia c’è un agente ogni 245 abitanti; in Germania, uno ogni 305; in Svizzera il rapporto è di un agente ogni 538 abitanti.

La Confederazione guida invece le classifiche internazionali delle spese annuali per la polizia. Nessun altro paese, in rapporto alla popolazione, spende così tanto: 25,165 milioni di euro per 100mila abitanti ogni anno. Al secondo posto c’è il Lussemburgo, decisamente distanziato con 14,763 milioni di euro.

swissinfo, Serena Tinari


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×