Federer negli ottavi senza tremare

Sul suo gioco di servizio, Federer sabato è stato perfetto Keystone

Il tennista svizzero si è qualificato sabato per gli ottavi di finale degli Australian Open, sconfiggendo in tre set (6-3, 6-4, 6-4) lo spagnolo Albert Montanes.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 gennaio 2010 - 10:36

Al basilese è bastato un break per set per venire a capo dell'iberico, numero 32 delle classifiche ATP.

Sul suo gioco di servizio, Federer non ha concesso nulla a Montanes, che non ha mai avuto la possibilità di fare un break.

"Montanes è un giocatore molto coriaceo; pensavo però che avrebbe sbagliato di più. Dovevo veramente servire bene per evitare problemi", ha dichiarato l'elvetico al termine dell'incontro.

Dopo un primo turno laborioso contro Andreev, che per poco non riusciva a condurre per due set a uno, Federer si è definitivamente rassicurato. "Ho pescato un tabellone difficile. L'importante era passare il primo turno. Non so se dopo la partita contro Andreev sono riuscito ad alzare il livello del mio gioco, poiché ero comunque soddisfatto della mia prestazione contro di lui".

"Mi sento bene – ha proseguito il rossocrociato. Ho fiducia nei miei mezzi, sono fresco fisicamente e mentalmente. Adesso aspetto il seguito con impazienza".

Un seguito che per Roger Federer si chiamerà Lleyton Hewitt. L'idolo di casa, testa di serie numero 22, si è infatti qualificato per gli ottavi grazie all'abbandono del cipriota Marcos Baghdatis. Quando Baghdatis ha dovuto gettare la spugna, l'australiano stava comunque conducende le danze per 6-0, 4-2.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo