Henniez diventa una filiale di Nestlé

Dopo più di cent'anni, Henniez smette di essere un'azienda familiare Keystone

Henniez, l'azienda produttrice d'acqua minerale, con sede a Broye, nel canton Vaud, perde la sua indipendenza. Il gruppo alimentare Nestlé ha acquistato la maggioranza delle azioni dalla famiglia di proprietari.

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2007 - 09:57

Con un giro d'affari di 150 milioni di franchi, Henniez non è una grande azienda. La marca è stata però per generazioni l'acqua minerale svizzera per antonomasia.

Il gruppo Nestlé ha rilevato dalla famiglia Rouge, proprietaria della Henniez, il 61,66% della società di acque minerali e procederà ad un'offerta pubblica d'acquisto per il resto delle azioni Henniez quotate alla borsa svizzera SWX.

Nestlé offrirà 5303 franchi per azione, l'equivalente del corso medio ponderato degli ultimi 60 giorni. In totale, la transazione ammonta a 155 milioni di franchi, ha indicato il gruppo alimentare in un comunicato.

Il direttore di Henniez Nicolas Rouge, che ancora due anni fa, per il 100esimo anniversario della Henniez, parlava dell'indipendenza come segreto per il successo dell'azienda, si è detto soddisfatto dell'accordo con Nestlé.

«La transazione assicura la sopravvivenza della tradizione aziendale e della marca Henniez. Con Nestlé abbiamo trovato un partner affidabile per perseguire questi obiettivi», si legge nel comunicato.

Nestlé si rafforza sul mercato svizzero


In seguito a questa acquisizione, sottomessa all'approvazione delle autorità competenti, Nestlé controllerà attraverso la sua filiale Nestlé Waters poco meno del 25% del mercato svizzero nell'ambito delle acque in bottiglia.

«La Henniez rafforza in maniera ideale le nostre attività in Svizzera. Ci fornisce capacità industriali moderne, adatte all'evoluzione dei bisogni dei consumatori, e una forte rete di distribuzione, oltre a marche locali prestigiose», ha affermato l'amministratore delegato di Nestlé Waters Carlo Donati.

Henniez ha realizzato lo scorso anno una cifra di affari di 152 milioni di franchi. L'azienda, che conta oltre 270 dipendenti in tre sedi nei cantoni Vaud e Vallese, commercializza le marche Henniez e Cristal e detiene circa il 16% del mercato elvetico.

La joint venture di Henniez con il gruppo Eckes-Granini e le marche Granini e Hohes C dovrebbe proseguire anche dopo l'acquisizione da parte di Nestlé.

swissinfo e agenzie

In breve

La fonte di Henniez, nella valle della Broye (canton Vaud), è sfruttata in maniera industriale dal 1905. Inizialmente l'acqua delle Sources Minerales Henniez SA era destinata ai clienti dei bagni termali locali ed era venduta nelle farmacie.

Nel 1928 l'azienda si lanciò sul mercato nazionale. Dopo la firma di un accordo di cooperazione con le sorgenti d'acqua minerale di Eglisau (canton Zurigo), Henniez Lithinée divenne la prima acqua minerale distribuita in tutto il paese.

Nel 1974 Henniez fu la prima azienda svizzera a mettere sul mercato un'acqua con contenuto ridotto di anidride carbonica (Henniez verde).

End of insertion

Fatti e cifre

Nestlé Waters, la divisione acque del gruppo Nestlé, è il leader mondiale nel mercato delle acque minerali.
Nestlé Waters possiede circa 80 marche, prodotte in oltre 100 località in tutto il mondo.
Tra di esse vi sono San Pellegrino, Acqua Panna, Perrier, Vittel e Contrex.
Il gruppo dà lavoro a 27'600 collaboratori in 130 paesi.
Nel 2006 Nestlé Waters ha registrato un cifra d'affari di 9,6 miliardi di franchi, circa un decimo dell'intera cifra d'affari di Nestlé (98,5 miliardi di franchi).

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo