Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

I secondi giochi di Laurence Rochat

La fondista vodese Laurence Rochat deciderà soltanto sul posto a quali gare prenderà parte

(Keystone)

Medaglia di bronzo nella staffetta di sci di fondo alle Olimpiadi di Salt Lake City, la giovane fondista sarà presente anche a Torino.

Laurence Rochat sarà puntuale sulla linea di partenza in numerose discipline del suo sport preferito. A 26 anni la vodese è assolutamente padrona dei suoi mezzi.

Febbraio 2002: la staffetta femminile svizzera di sci di fondo entra nella storia conquistando la prima medaglia in occasione di una competizione olimpica.

Esattamente come la squadra maschile ai Gochi olimpici di Sapporo nel 1972, Andrea Huber, Brigitte Albrecht, Natascia Leonardi e Laurence Rochat sono riuscite a conquistare il bronzo a Salt Lake City.

"Quella giornata - commenta Laurence – rimarrà sempre impressa nella mia memoria. E resta per me fonte di coraggio e di stimolo quando le cose non vanno per il verso giusto. E' un ricordo che ha del meraviglioso".

Quattro volte sul podio in 80 anni

Da notare, inoltre, che dai Giochi olimpici di Chamonix nel 1924, gli svizzeri sono saliti sul podio, per quanto riguarda lo sci di fondo, soltanto in 4 occasioni.

Lasciando da parte le staffette, Sepp Haas aveva conquistato il bronzo nella cinquanta chilometri ai Giochi Olimpici di Grenoble, nel 1968. Vent'anni dopo a Calgary (1988) era stato emulato da Andy Grünenfelder.

Le ambizioni per Torino

Quattro anni dopo il successo di Salt Lake City, Laurence Rochat si presenta dunque al nuovo appuntamento olimpico con "una più grande maturità".

"Quando mi sono qualificata per le Olimpiadi di Salt Lake City – ricorda la fondista – era come vivere un sogno. Avevo soltanto 22 anni e non sapevo a che cosa sarei andata incontro. Ora mi accingo a partire per l'Italia con un altro spirito".

L'atleta vodese deciderà a quali competizioni partecipare (sprint, 10 km, 30 km e/o l'inseguimento su 15 km) una volta sul posto. Tutto dipenderà dalle condizioni fisiche al momento delle gare e da come le prime prove si svolgeranno.

Una cosa è sicura: gareggiare nella staffetta femminile insieme alle compagne Natascia Leonardi Cortesi, Doris Trachsel e Seraina Mischol.

Più pronta di prima

"Mi rendo perfettamente conto che molte cose possono accadere. Quattro anni fa – commenta Rochat – avevo gettato la spugna alla mia prima gara olimpica...e quattro giorni dopo eccomi conquistare il bronzo".

"A Torino mi piacerebbe prima di tutto ottenere un diploma e vivere intensamente questo importante evento sportivo, durante il quale i riflettori del mondo intero sono accesi sullo sport che amo".

Nel suo sport di predilezione Laurence Rochat sfoggia ora una grande maturità. "E' vero che sopporto meglio gli sforzi e che recupero più velocemente".

Dopo il suo secondo appuntamento con i Giochi olimpici, a Torino, è lecito volgere lo sguardo al 2010 e verso Vancouver. A trent'anni tutto resta ancora possibile.

swissinfo, Mathias Froidevaux
(traduzione e adattamento dal francese Françoise Gehring)

Fatti e cifre

Laurence Rochat è nata il primo agosto 1979
Gareggia in Coppa del mondo dal 1998
Pluricampionessa svizzera in molte discipline
Prima partecipazione ai Giochi olimpici nel 2002

Fine della finestrella

In breve

A Torino i membri della squadra di sci di fondo si confronteranno nella stazione piemontese di Pragelato.

La difesa dei colori maschili in zona medaglie ricade sulle spalle di Reto Burgermeister.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza