I soldati Swisscoy in Macedonia al sicuro nel campo base

Il simbolo della Swisscoy in Kossovo Keystone

Sono ora al sicuro al campo di base di Suva Reka, in Kosovo, i cinque membri della Swisscoy che si trovavano a Tetovo, la località macedone dove sono in corso scontri fra separatisti di etnia albanese e soldati macedoni. I cinque svizzeri hanno lasciato sabato sera la Macedonia, ha precisato il portavoce della divisione per le operazioni in favore del mantenimento della pace Adrian Baumgartner.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 marzo 2001 - 14:11

Il distaccamento elvetico si era già trasferito venerdì ad Erebino, località distante una decina di chilometri da Tetovo. I cinque militi hanno portato via da Tetovo tutto il materiale informatico ed i veicoli - camion blindati ed un Piranha -. Sul posto hanno lasciato solo infrastrutture di base (container). Nel trasferimento erano accompagnati da soldati austriaci della KFOR.

Al campo di base della Swisscoy a Suva Reka finora non è stata adottata alcuna misura di sicurezza supplementare. Anche se vicina al confine macedone, la località è separata dalla zona dei combattimenti da un massiccio montagnoso dove non ci sono strade, ha precisato il portavoce.

Attualmente il contingente svizzero in Kosovo conta 140 membri. Quasi tutti saranno sostituiti fra la fine di marzo e l'inizio di aprile.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo