Il Laboratorio della Croce Rossa a Berna passa alla ZLB Bioplasma AG

I 560 posti di lavoro del laboratorio saranno mantenuti Keystone

Il laboratorio centrale della Croce Rossa a Berna è stato ufficialmente rilevato dalla ZLB Bioplasma AG, filiale elvetica della società australiana Commonwealth Serum Laboratory (CSL Limited).

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 settembre 2000 - 16:08

Giovedì ZLB Bioplasma ha versato 666,5 milioni di franchi alla
Fondazione del laboratorio. Il saldo del prezzo d'acquisto, 193,5
milioni, sarà pagato entro il 2005 con un interesse annuale del
4,75 percento, indica venerdì la stessa ZLB.

Gli accordi prevedono che altri versamenti - fino 113,2 milioni di franchi - saranno effettuati più tardi «a condizione che siano raggiunti certi obiettivi». Il laboratorio gestisce due milioni di litri di prodotti sanguigni all'anno: il 95 percento proviene dall'estero, dove vengono realizzate anche il 91 percento delle vendite.

L'anno scorso il laboratorio ha conseguito un utile netto di 10,8 milioni di franchi su un giro d'affari di 263 milioni. Il gruppo farmaceutico CSL ha un fatturato di 421 milioni di franchi. Con l'acquisizione del laboratorio di Berna la società australiana spera di entrare più velocemente sul mercato americano.

Al momento dell'annuncio dell'operazione, nel giugno scorso, CSL si era impegnata a mantenere i 560 posti di lavoro del laboratorio. Era infatti una delle condizioni imposte dalla Fondazione.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo