Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Il parco eolico più alto d'Europa sul San Gottardo

Una società ticinese intende costruire il più grande parco eolico in Svizzera in cima al passo del San Gottardo. Le otto turbine dovrebbero fornire energia elettrica a 15'000 abitanti.

Rispetto ad altre nazioni europee, la Svizzera è in ritardo nello sfruttamento del vento. La situazione dovrebbe però cambiare grazie a una spinta dello Stato.

Presentato lunedì presso il Museo nazionale del San Gottardo, il progetto della società Reninvest prevede la posa di 8 aerogeneratori di 2 MW di potenza ciascuno e si situerà fra i 2040 e i 2131 metri d'altezza, divenendo così il più alto parco eolico d'Europa.

"Il Passo del San Gottardo con le sue 1750 ore utili di vento all'anno e con una velocità media del vento di 6,3 metri al secondo è una delle zone migliori in Svizzera per la realizzazione di un parco eolico per la produzione di energia elettrica rinnovabile", ha affermato in un'intervista al quotidiano ticinese "La Regione" l'amministratore delegato (Ceo) di Reninvest, Claudio Zanini. "Un progetto che, riteniamo, ben si inserirà nel contesto naturale della zona anche perché non produce emissioni nocive", precisa.

Realizzazione in due tappe

L'entrata in funzione delle turbine è prevista a fine ottobre del 2009. Il parco sarà costruito in due tappe, precisa Reninvest in un comunicato: la prima, prevista per l'estate del 2008, comprenderà i lavori per la costruzione delle strade d'accesso ai singoli aerogeneratori, il cablaggio sul sito e le fondamenta.

Trascorso il periodo invernale a fine primavera del 2009 verranno poi posati i generatori, alti ciascuno 78 metri al mozzo e con i rotori del diametro di 82 metri.

Ogni anno la produzione di energia elettrica rinnovabile del parco eolico del San Gottardo si aggirerà attorno ai 28'000 MWh, sufficienti al rifornimento di 15'000 abitanti, mentre il CO2 risparmiato si eleverà a circa 25'760 tonnellate.

Ostacoli burocratici

Prima della realizzazione del progetto presentato da Reninvest si dovranno eliminare alcuni ostacoli burocratici.

Il piano regolatore del comune di Airolo, in Ticino, necessita infatti di una modifica in tal senso. In seguito occorrerà ottenere un permesso di costruzione.

La società di gestione Parco Eolica San Gottardo – una joint venture tra la Reninvest e l'Azienda elettrica ticinese – avrà sede ad Airolo.

Il progetto di Reninvest non è una novità. Il "Concetto di energia eolica per la Svizzera" presentato dalla Confederazione nel mese di luglio del 2004, individuava infatti nella regione due siti idonei: il Gütsch – sopra Andermatt (canton Uri), dove le turbine sono in funzione già da diversi anni – e il passo del San Gottardo.

Entrambi i progetti erano stati approvati "senza riserve e con un'ampia maggioranza".

Sostegno federale

Con la realizzazione del nuovo parco sul San Gottardo la Svizzera recupererà in parte il ritardo accumulato rispetto al resto dell'Europa nella produzione di energia eolica.

In ambito legislativo, a livello federale sono in atto talune modifiche legislative. Nel quadro della revisione sull'approvvigionamento energetico, il parlamento federale sta vagliando la possibilità di introdurre il principio della copertura dei costi di produzione effettivi per le energie rinnovabili, sul modello di quanto già avviene altrove, per esempio in Germania.

In altre parole, i costi supplementari dell'energia "verde" non si ripercuoteranno più sul singolo cittadino che la sceglie, ma sull'insieme della popolazione.

swissinfo e agenzie

Una produzione minima

In Svizzera sono installati 30 impianti eolici che producono circa 15 gigawattora (GWh) di energia elettrica all'anno, sufficiente a coprire il fabbisogno di oltre 4'000 economie domestiche. Nel 2006 la produzione è aumentata dell'84%.

L'energia eolica copre solo una minima parte (lo 0,01% circa) della domanda globale di energia elettrica in Svizzera.

Entro il 2010, la Confederazione vuole portare la produzione di energie rinnovabili a 500 GWh; tra i 50 e i 100 GWh dovrebbero essere forniti dagli impianti eolici. Una simile produzione dovrebbe coprire il fabbisogno di 15'000-30'000 economie domestiche.

Si pensa alla costruzione di 28 grandi parchi eolici e di 68 impianti più piccoli.

Gli obiettivi del protocollo di Kyoto prevedono che la Svizzera produca 5'400 GWh di energie rinnovabili entro il 2030.

Fine della finestrella

La situazione in Europa

L'Unione Europea produce i due terzi dell'energia eolica mondiale.

Negli ultimi 10 anni la potenza degli impianti è cresciuta del 32%.

La produzione media annuale copre il 2,8% del consumo totale di elettricità, ciò che corrisponde ai fabbisogni di 23 milioni di economie domestiche.

Secondo l'European Wind Energy Association, nel 2020 gli impianti eolici dovrebbero fornire energia a oltre 120 milioni di famiglie.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza