Il presidente della Banca Mondiale a Berna

Il presidente della Banca mondiale Wolfensohn (a sin.) a colloquio con il ministro dell'economia Couchepin Keystone

Paul Wolfensohn partecipa ad una conferenza internazionale sull'aiuto allo sviluppo con i parlamentari della Banca mondiale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 maggio 2002 - 12:21

Il presidente della Banca mondiale James D. Wolfensohn ha incontrato a Berna i consiglieri federali Pascal Couchepin e Joseph Deiss, a dieci anni dalla votazione popolare che ha sancito la partecipazione elvetica alle istituzioni di Bretton Woods.

La Svizzera, in occasione di questa ricorrenza, organizza a Palazzo federale la terza conferenza annuale della «rete dei parlamentari della Banca mondiale», chiamati a dibattere in particolare questioni riguardanti l'aiuto allo sviluppo. Temi dell'edizione 2002 sono la globalizzazione, gli effetti sui paesi più poveri e il ruolo della Banca mondiale in questo contesto.

Nel corso della visita di Wolfensohn è prevista la firma di due accordi. Il Dipartimento dell'ecomomia sottoscriverà un'intesa relativa ad un contributo di 3,6 milioni di franchi in favore di un programma della Banca mondiale inteso ad attutire gli effetti della fluttuazione dei prezzi delle materie prime nei paesi in via di sviluppo.

Il Dipartimento degli esteri dal canto suo firmerà un accordo volto a prorogare di tre anni la cooperazione con il World Bank Institute per un impegno finanziario di oltre 3,8 milioni di franchi.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo