Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Il sogno americano in Svizzera

Una ditta che ha saputo sfruttare i vantaggi della Svizzera per le competenze elettronica e micro-elettronica.

(Ypsomed)

Vicino a Berna è insediata la Ypsomed, un'azienda di successo, all'avanguardia nel trattamento del diabete, malattia cronica che si sta diffondendo nel mondo.

Il suo proprietario, lo svizzero Willy Michel è stato nominato Imprenditore dell'anno 2005. La sua impresa produce in primo luogo penne e aghi per la somministrazione di medicinali.

"Queste penne – precisa Daniel Kusio, portavoce della Ypsomed – permettono un dosaggio molto preciso del medicinale da iniettare e sono molto sicure e facili da usare". Sono dotate di un sistema che permette anche agli anziani di usarle facilmente.

330 milioni di diabetici entro il 2025

Il diabete è una malattia cronica che colpisce un numero sempre maggiore di persone. Il diabete più comune è di tipo 2 e interessa il 90 % dei casi. L'esempio classico sono gli Stati Uniti, dove si calcola che i diabetici siano oltre 20 milioni.

Nel mondo, questa malattia colpisce quasi 200 milioni di persone, che – affermano gli esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) - sono destinati a diventare oltre 330 milioni entro il 2025.
Secondo l'Associazione svizzera per il diabete, da noi ci sono circa 300mila diabetici e 100mila persone non lo sanno, perché i sintomi sono poco palesi.

Da anni si sono imposte anche giornate di sensibilizzazione per prevenire la malattia o per aiutare chi ne è affetto. Quest'anno, la giornata del diabete, che ricorreva il 14 di novembre, è stata dedicata ai problemi dei piedi dei diabetici che devono essere ben curati, perché si calcola che il 70% delle amputazioni degli arti inferiori sono dovute proprio al diabete.

Questa malattia ha da tempo risvegliato l'interesse di ricercatori e case farmaceutiche, visto anche l'alto numero dei potenziali clienti. Il segmento dell'insulina, per esempio, continua a crescere ad un ritmo del 10% annuo e le vendite del Lantus della Sanofi-Aventis, un farmaco relativo nuovo, sono aumentate di oltre il 50% nei primi sei mesi di quest'anno.

La tecnologia della Ypsomed

Per somministrare queste medicine ci vogliono speciali apparecchi. In questo segmento della tecnologia si inserisce la Ypsomed, una impresa di Burgdorf nata nel 2003 e che conta oltre 1000 dipendenti, la maggior parte dei quali in Svizzera.

Oggi, la Ypsomed produce tra l'altro penne e aghi per società farmaceutiche utilizzate in particolar modo per curare i diabetici. Questa società occupa una posizione di primo piano a livello mondiale nel capo dell'auto-iniezione.

Nei paesi europei e in Giappone, l'uso di queste penne è un fatto scontato; non così negli Stati Uniti, dove solo una minoranza usa oggi questi strumenti. "Il potenziale di sviluppo in questo paese è molto forte" precisa a swissinfo Kusio e attualmente la Ypsomed sta sviluppando apparecchi per questo specifico mercato.

I vantaggi della Svizzera

Non è un caso se questa impresa è riuscita a svilupparsi in modo così rapido da noi. La Svizzera offre molti vantaggi. "Il nostro paese è molto forte nel campo della precisione elettronica e della micro-elettronica", precisa il portavoce della Ypsomed, rilevando che questo è il caso per esempio della regione di Berna e Soletta, dove ha sede questa impresa.

Le vendite della Ypsomed sono in forte crescita: negli ultimi sei mesi il fatturato ha segnato un aumento del 22 %. I responsabili dell'impresa sono fiduciosi di poter fare ancora meglio nei prossimi sei mesi e di continuare ad investire e assumere nuovo personale.

Il segreto del successo

Spiegando recentemente il segreto del suo successo, Michel ha affermato di "aver avuto la fortuna di avere buon personale, buoni prodotti e buone relazioni con i suoi partner commerciali".

Questo successo gli è valso nel 2005 il premio di Master Entrepreneur, che la ditta di consulenza Ernst & Young svizzera gli ha assegnato per riconoscere il suo successo.

Di fatto è riuscito a realizzare su scala europea il cosiddetto "sogno americano", perché la sua carriera è cominciata come semplice apprendista in quella che oggi è la Novartis.

Adesso è il proprietario di una impresa di successo quotata in borsa e figura tra le persone più ricche della Svizzera, con una fortuna stimata attorno ai due miliardi di franchi.

Michel non è solo un imprenditore, ma prende attivamente parte anche alla vita della città di Burgdof, dove ha contribuito a realizzare il museo dedicato a Franz Gertsch, un importante esponente del fotorealismo.

swissinfo, Anna Luisa Ferro Mäder

Fatti e cifre

Nel mondo ci sono quasi 200 milioni di diabetici.
Secondo l'OMS, saliranno a 330 milioni entro il 2025.
In Svizzera vi sono oltre 300 mila diabetici.
Il 5-10 % della spesa sanitaria globale mondiale è legata al diabete.

Fine della finestrella

In breve

Il diabete melillo è una malattia cronica causata dall'insufficiente capacità di produzione dell'insulina da parte del pancreas o di un suo utilizzo.

La Ypsomed, di Burgdorf, ha sviluppato strumenti di alta tecnologia e di facile uso per iniettare l'insulina necessaria ai diabetici.

Il padrone della Ypsomed Willy Michel ha realizzato in Svizzera il sogno americano: partito quale semplice apprendista presso la Novartis, si ritrova oggi a capo di una ditta di oltre 1000 dipendenti e in forte espansione.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×