L'alcolismo dei genitori fa soffrire i bambini

Le bottiglie sono onnipresenti nei disegni dei figli di genitori alcolizzati Keystone Archive

Secondo l’Istituto di prevenzione dell’alcolismo e altre tossicomanie, in Svizzera oltre 50'000 bambini vivono con un genitore alcolizzato.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 maggio 2004 - 08:21

Questo problema condiziona negativamente lo sviluppo dei figli e li spinge spesso, a loro volta, verso l’alcolismo.

In Svizzera, l’alcolismo concerne più di 300'000 persone, tra cui anche moltissimi genitori.

La dipendenza del padre o della madre dall’alcol rappresenta quasi sempre un problema per tutta la famiglia. E le prime vittime sono spesso anche i bambini.

Un problema che, secondo l’Istituto di prevenzione dell’alcolismo e altre tossicomanie (Ispa), rimane ancora oggi un tabù in Svizzera.

Per attirare l’attenzione su questo grave fenomeno, l’Ispa ha organizzato recentemente a Losanna una giornata di discussione e riflessione.

Al congresso, il primo di questo genere a carattere nazionale, hanno preso parte medici e ricercatori provenienti da tutta la Svizzera.

I partecipanti hanno proposto un piano di azione nazionale per combattere questa piaga, che colpisce ben 50'000 bambini di età inferiore in tutto il paese.

Peso troppo grande

“50'000 mila bambini corrispondono ad una città media in Svizzera. Una cifra veramente impressionante”, afferma Janine Messerli, portavoce dell’Ispa.

In base ad un’inchiesta sulla salute degli allievi in Svizzera, condotta dall'Ispa nel 2002 tra gli scolari di 15 e 16 anni, ben l'8% dei giovani affermano che almeno uno dei loro genitori beve troppo.

I bambini delle famiglie con problemi di alcol si ritrovano spesso a dover fronteggiare responsabilità più grandi di loro.

Il peso di questa situazione si riflette in molti casi in uno sviluppo incompleto da parte dei bambini.

Le esperienze sin qui raccolte dimostrano che i figli porteranno i segni di tale situazione anche da adulti. Senza dimenticare che arrischieranno di diventare, a loro volta, vittime di una dipendenza.

Dall’inchiesta dell’Ispa risulta infatti che i bambini di genitori alcolizzati consumano alcol, canapa e altre droghe illegali in quantità maggiori rispetto ai giovani con genitori che non bevono eccessivamente.

Violenza e disturbi psichici

Se si analizzano più a fondo le condizioni di vita di questi giovani, emerge che il loro benessere è inferiore a quello dichiarato dai loro coetanei.

Essi sostengono di essere picchiati molto più spesso degli altri, di soffrire di maggiori disturbi fisici e psichici, di pensare più di frequente al suicidio.

Secondo i dati raccolti dall’Ispa, le liti e la violenza sono particolarmente abituali nelle famiglie in cui i genitori hanno problemi di dipendenza dall’alcol.

Inoltre, le madri e i padri alcolizzati denotano sovente un comportamento irrazionale anche nei confronti dei loro figli: non mantengono le promesse, distribuiscono premi e impartiscono punizioni senza alcun criterio.

“I genitori con problemi di alcol manifestano una doppia personalità: non sono più le stesse persone quando bevono”, fa notare lo psicologo Holger Schmid.

Maggiori restrizioni

“Le bottiglie sono onnipresenti nei disegni dei bambini che appartengono a famiglie con problemi di alcol”, osserva lo psicologo Alan Guggenbühl, specialista di problemi d’infanzia.

“E quando si chiede a questi bambini cosa desiderano maggiormente, dicono di non voler più vedere delle bottiglie attorno a loro”.

Per combattere questa piaga troppo diffusa, gli specialisti propongono di rafforzare i sostegni sociali e psicologici nei confronti delle famiglie considerate a rischio.

Gli interventi non devono però limitarsi alle cerchie famigliari: secondo Janine Messerli, occorre lottare maggiormente contro l’alcolismo in tutti gli ambiti.

Ad esempio, introducendo tasse supplementari sulle bevande alcoliche e limitando molto più severamente la pubblicità dell’alcol.

Attualmente, le autorità svizzere intendono invece liberalizzare le disposizioni legali che vietano alle radio e alle televisioni private di fare della pubblicità per le bevande alcoliche.

swissinfo

Fatti e cifre

In Svizzera, oltre 300'000 persone consumano quantità eccessive di alcol, considerate pericole per la salute.
L'alcolismo provoca ogni anno la morte di circa 3'000 persone.
Almeno 50'000 bambini vivono con un genitore alcolizzato.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo