Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

L'UDC estromessa dal governo del canton Lucerna

Il candidato dell'UDC Peter Unternährer (a destra) si congratula con il vincitore Marcel Schwerzmann

(Keystone)

L'Unione democratica di centro deve cedere il suo seggio nel governo del canton Lucerna, conquistato appena due anni fa. Al secondo turno, gli elettori hanno preferito un indipendente al candidato UDC.

Con questo scrutinio a Lucerna, tutti i governi cantonali sono stati rinnovati dal 2003. A progredire sono stati soprattutto i verdi, mentre il bilancio è mitigato per l'UDC.

Marcel Schwerzmann, un "borghese" senza tessera di partito e senza esperienza politica, ha chiaramente battuto il rappresentante dell'Unione democratica di centro (UDC) Peter Unternährer, che si ritrova con oltre 9000 voti di distacco.

Al secondo turno dell'elezione per il rinnovo dei cinque membri dell'esecutivo cantonale, il candidato indipendente ha ottenuto 39'900 suffragi, contro i 30'686 ricevuti da Unternährer. Alla candidata del Partito ecologista Rosa Rumi sono andati 18'712 voti.

Per i prossimi 4 anni, il governo del canton Lucerna sarà quindi formato da due rappresentanti del Partito popolare democratico (PPD), uno del Partito liberale radicale (PLR), uno del Partito socialista (PS), oltre che il neoeletto Schwerzmann.

Secondo schiaffo all'UDC

L'UDC aveva deciso di mettere in lizza Peter Unternährer per questo scrutinio, nella speranza di riconquistare le simpatie dell'elettorato, dopo la sberla subita al primo turno.

Lo scorso 1° aprile, mentre gli altri 4 ministri uscenti erano riusciti a farsi riconfermare facilmente per un altro mandato, il rappresentante in governo dell'UDC Daniel Bühlmann era stato nettamente bocciato dagli elettori.

L'ex ministro lucernese aveva perso buona parte del suo credito nel giro di due anni, in seguito ad alcune discutibili vicende in ambito professionale e privato, tra cui l'assunzione di suo fratello quale consulente personale o l'apertura di una procedura di fallimento a suo carico.

Finito a più riprese sotto i riflettori della stampa, Bühlmann era stato "punito" dall'elettorato al primo turno, facendosi superare perfino dalla candidata dei verdi Rosa Rumi.

Ex collaboratore di Bühlmann

Da notare che il neoeletto Schwerzmann aveva lavorato quale amministratore presso i servizi del fisco cantonale ed era stato costretto dallo stesso Bühlmann a rassegnare le dimissioni per la fine del 2006. La disdetta del rapporto di lavoro era stata approvata dall'intero governo.

Con la sua elezione, il PLR dispone ora quasi di due seggi nell'esecutivo cantonale, dal momento che Schwerzmann si considera vicino ai radicali e non esclude di aderire a questo partito in vista delle prossime elezioni.

Va notato che, per questo scrutinio, il PLR non aveva nemmeno sostenuto il candidato indipendente, preferendogli il rappresentante dell'UDC. Schwerzmann è riuscito comunque a spuntarla, ottenendo tra l'altro l'appoggio di diverse associazioni economiche.

Verdi vincitori a livello svizzero

Con il voto di Lucerna, tutti i cantoni hanno ormai rinnovato i loro governi dal 2003. Complessivamente sono stati eletti in questi ultimi quattro anni 156 ministri cantonali.

I vincitori di queste elezioni sono stati soprattutto i verdi, che detengono ora 9 poltrone governative, rispetto alle 5 del 2003.

Da parte sua, l'UDC è riuscita a guadagnare un mandato durante quest'ultima legislatura, salendo a quota 18. Il più grande partito svizzero dispone dell'11,5% dei seggi negli esecutivi cantonali, contro il 21,3% nei parlamenti.

Anche il Partito socialista ha conquistato una poltrona governativa negli ultimi quattro anni e può contare oggi su 31 ministri cantonali.

Il PLR e il PPD rimangono i due partiti più rappresentati negli esecutivi cantonali, con 42 mandati ciascuno. I popolari democratici hanno tuttavia perso 5 seggi dal 2003, mentre i radicali hanno limitato le perdite a 1 seggio.

In calo anche i liberali, che sono riusciti in questi ultimi anni a salvaguardare soltanto 4 delle loro 7 poltrone governative.

swissinfo e agenzie

I cantoni svizzeri

La Svizzera è composta da 20 cantoni e da 6 semi-cantoni, che possono essere paragonati ai Länder tedeschi o agli Stati degli USA.

Assieme, questi 26 Stati sovrani, che possiedono un proprio governo e un proprio parlamento, formano la Confederazione elvetica.

Dalla creazione dello Stato federale nel 1848, le competenze dei cantoni sono state ridotte. Tuttavia, dispongono ancora oggi di una grande autonomia, in particolare nel settore fiscale ed educativo.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×