Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La democratizzazione del golf in Svizzera

André Bossert, la speranza elvetica all'Open di Crans-Montana

(swissinfo.ch)

Un anno dopo il ritiro di Paolo Quirici dieci svizzeri sperano di passare il "cut" dell'Open di Crans-Montana.

Lontani dai migliori giocatori del mondo, sono il simbolo di uno sport che in Svizzera non ha ancora completato la rivoluzione democratica.

I professionisti sono cinque: André Bossert, Jonathan Scheapper, Marc Chatelain, Steve Rey e Markus Knight. I dilettanti, pure cinque: Daniel Zurschmitten, Julien Clément, Tino Weiss, Raphael de Sousa e Nicolas Sulzer.

Fra questi, solo André Bossert , vincitore a Cannes nel 1995, può legittimamente sperare di passare il "cut" di Crans-Montana. Dopo due giorni di competizione, solo i 70 migliori hanno infatti il diritto di battersi per la vittoria finale.

Penuria di giocatori

"E' difficile diventare giocatore professionista quando si è svizzero", dice a swissinfo André Bossert. Fortunatamente i buoni sponsor non mancano. "Scarseggiano invece i giocatori", sottolinea Paolo Quirici, "il vertice della piramide è dunque ancora più lontano per gli svizzeri".

L'ex giocatore professionista ticinese, attualmente al servizio dell'Associazione svizzera dei giocatori di golf indipendenti (ASGI), aggiunge: "In confronto alla Svezia, che ha 60'000 giocatori di golf, dei quali il 20% giovani, abbiamo ancora molto da fare".

Cosciente del problema, l'Associazione svizzera dei giocatori di golf (ASG), che festeggia i 100 anni di esistenza, cerca da alcuni anni di democratizzare uno sport riservato a lungo ad un'élite.

Un'evoluzione tangibile

Gaston Barras ne sa qualcosa: "Quando ho assunto la presidenza dell'ASG, 9 anni fa, il mio scopo era quello di permettere ad ogni cittadino, desideroso di giocare a golf, di dedicarsi al suo passatempo a condizioni accettabili".

Oggi presidente d'onore dell'ASG e presidente del Comitato d'organizzazione del torneo di Crans-Montana, Gaston Barras constata con mano i progressi fatti. In meno di dieci anni il numero di percorsi da golf in Svizzera è passato da 30 a 82. E se si contano anche i 6'000 membri dell'ASGI, 46'000 persone all'incirca giocano regolarmente a golf in Svizzera.

Non va inoltre dimenticato l'impegno e gli investimenti nel golfo popolare del grande distributore Migros. Un'iniziativa destinata a permettere a tutti di praticare questo sport, senza dover dar fondo ai propri risparmi.

swissinfo, Mathias Froidevaux

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×