Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La metà delle sorgenti sono inquinate da pesticidi

Presenti nelle acque freatiche soprattutto i diserbanti

(Keystone)

Lo dice uno studio - non ancora pubblicato - condotto dall'Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP).

Circa l’80 % dell’acqua potabile in Svizzera proviene dalle falde freatiche, ma gli esperti dicono che per ora non c’è alcun rischio per la salute.

Secondo il direttore dell’ufficio federale dell’ambiente, Philippe Roch, il problema ambientale più grave attualmente riguarda l'acqua.

Non appena diventa troppo calda - ha spiegato in un'intervista pubblicata dalla «Berner Zeitung» - i pesci muoiono. Inoltre la calura rafforza l'effetto nocivo dei prodotti chimici.

La Svizzera è considerata il serbatoio d'acqua dell'Europa per i suoi ghiacciai, ma è possibile che entro qualche decina di anni questi ultimi siano completamente sciolti.

In questo caso - ha sottolineato Roch - la situazione diventerebbe drammatica.

Importante pensare al futuro

Secondo lo studio dell'UFAFP, una sorgente su due in Svizzera è inquinata da pesticidi.

"La maggior parte non raggiunge i valori limite fissati, ma il problema potrebbe accentuarsi se in futuro si manifestasse una carenza di acqua", ha detto Roch.

Per questo - ha aggiunto - diventa ancora più importante salvaguardare le riserve idriche.

“La gente può continuare a bere tranquillamente l’acqua del rubinetto”, ha dichiarato a swissinfo il geologo Daniel Hartmann, responsabile della sezione protezione delle acque sotterranee dell'UFAFP.

Ma alcuni agenti inquinanti ci mettono anni prima di essere neutralizzati e possono inquinare le sorgenti.

Secondo alcuni studi scientifici esiste un legame tra la presenza di pesticidi nelle acque di superficie e alcune mutazioni riscontrate in rane e rospi.

Si tratta di risultati non ancora definitivi, ma che non possono essere ignorati, spiega Hartmann.

“Non sappiamo semplicemente quali saranno gli effetti a lungo termine e dobbiamo compiere ogni sforzo possibile per minimizzare la contaminazione”.

Diserbanti

Molti progressi sono già stati ottenuti nella riduzione di pesticidi.

I contadini ricevono direttive specifiche su come gli agenti inquinanti non vanno usati in prossimità di sorgenti d’acqua.

Inoltre sanno che l’impiego di pesticidi non deve essere preventivo, ma che vanno utilizzati solo quando sia stata accertata la presenza di parassiti o insetti.

I pesticidi rivelati nelle sorgenti sono in maggioranza diserbanti, ma mai in concentrazione superiore a 1,87 microgrammi per litro.

Tuttavia i funzionari dell’UFAFP hanno testato solo 88 delle oltre 350 sostanze chimiche autorizzate in Svizzera ad uso agricolo.

L’anno prossimo l’UFAFP pubblicherà una lista di raccomandazioni per la protezione delle sorgenti minacciate dai pesticidi.


swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

3.000: le stazioni di monitoraggio delle acque in Svizzera

80%: la percentuale di acqua potabile proveniente da sorgenti

1976: anno in cui è cominciato il monitoraggio delle acque a livello nazionale

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×