Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La Svizzera si rinfranca e batte l'Austria

La gioia di Hakan Yakin dopo aver segnato il secondo goal elvetico

(Keystone)

Due goal di Streller ed uno di Yakin riportano la serenità all'interno della Nazionale elvetica di calcio, che sabato a Zurigo si è facilmente imposta per 3 a 1 nell'amichevole contro l'Austria.

La partita del Letzigrund era attesa con una certa curiosità: in campo si sono infatti affrontati i due paesi organizzatori dell'Euro 2008.

Ad un anno dalla sconfitta subita ad Innsbruck (2:1) la Nazionale elvetica si è presa sabato la sua rivincita imponendosi contro una selezione austriaca decisamente modesta davanti a 22'500 spettatori.

«Abbiamo creato molte occasioni e sprecato molti palloni, ma l'importante era vincere», ha commentato al termine della partita il difensore Stéphane Grichting, che nel secondo tempo ha sostituito un deludente Senderos.

Per la squadra di Köbi Kuhn - che non si è detto pienamente soddisfatto della partita - era in effetti fondamentale ritrovare la via del successo, dopo la cocente sconfitta subita il mese scorso contro il Giappone.

Dall'altra parte, l'allenatore austriaco Josef Hickersberger si è felicitato con la Svizzera per il «meritato successo», deplorando tuttavia i numerosi «regali» concessi dalla sua squadra.

Barnetta protagonista

Ad emergere in un incontro che non rimarrà negli annali del calcio è stato il centrocampista Tranquillo Barnetta, che ancora una volta ha dato prova della sua classe.

Al 2. minuto è stato proprio il giocatore del Bayer Leverkusen a lanciare l'ottimo Streller per il goal dell'uno a zero. Barnetta è stato protagonista anche in occasione della seconda rete elvetica al 36', quando ha offerto al compagno Yakin la palla del 2 a 1.

Preferito a Nkufu al calcio d'inizio, Streller è stato l'altra mossa azzeccata di Kuhn in questa 40esima sfida tra Svizzera e Austria. Al 10' della ripresa, l'attaccante del Basilea ha ripreso di testa un corner battuto dall'immancabile Barnetta, siglando il definitivo 3 a 1.

«Ho avuto buone occasioni sotto porta. Sono felice di aver segnato due reti: devo ringraziare Barnetta», ha detto Marco Streller.

Le uniche preoccupazioni sono giunte dalla difesa, a tratti imprecisa, che ha consentito all'Austria (che non ha vinto nemmeno uno dei suoi ultimi otto incontri) di agguantare il provvisorio pareggio con Aufhauser (11').

Acciacchi e infortuni

Il buono stato di forma di Streller consente a Kuhn di attendere che l'altro attaccante di punta della Nazionale, Alex Frei, si ristabilisca dai suoi problemi fisici.

Vonlanthen, in campo dal primo minuto, ha dovuto invece gettare la spugna dopo 18' in seguito ad un problema muscolare.

La squadra rossocrociata - che staserà si è esibita per la prima volta nel nuovo stadio del Letzigrund - dovrà in futuro fare a meno anche di Müller, infortunatosi con la sua squadra del Lione.

Il prossimo impegno per la Nazionale è fissato per il 17 ottobre. Allo stadio St. Jackob di Basilea affronterà gli Stati Uniti.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Svizzera-Austria: 3-1
Reti: 2' Streller 1-0, 11' Aufhauser, 36' Yakin, 55' Streller.
Stadio del Letzigrund di Zurigo, 22'500 spettatori.

Fine della finestrella

Euro 2008

I campionati europei di calcio 2008 si terranno in Svizzera e in Austria dal 7 al 29 giugno.

Verranno disputati 31 incontri: 15 in Svizzera (sei a Basilea, tre a Zurigo, Berna e Ginevra) e 16 in Austria (finale a Vienna).

I biglietti emessi saranno 1'050'000. Le partite dovrebbero attirare oltre 5 milioni di tifosi, di cui 1,4 dall'estero.

Non meno di 2'500 giornalisti commenteranno le partite, seguite in televisione da circa 8 miliardi complessivi di spettatori in 170 paesi (su tutto l'arco del torneo).

I costi totali della manifestazione sono stimati in Svizzera a 182,1 milioni di franchi. Il contributo della Confederazione è di 82,8 milioni di franchi.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×