Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Le case in legno si rifanno uno smalto ecologico

La casa in legno non è più soltanto il tipico chalet di montagna, bensì un concentrato di comfort e tecnologia

(swissinfo.ch)

Il legno è sempre più utilizzato per l'edificazione di case. Anche se più caro rispetto a mattoni e cemento, permette un notevole risparmio energetico.

Nel settore della costruzione, così come in quello della ricerca su questo materiale naturale, la Svizzera è all'avanguardia.

In passato, l'immagine comune dell'edificio in legno elvetico era quella un po' vecchiotta del classico chalet. Confinato a prati e villaggi di montagna, esso non trovava posto in città, dove cemento, mattoni e calcestruzzo regnavano indisturbati.

Da una decina d'anni però, si nota un'inversione di tendenza: case in legno dalla moderna architettura e dotate di ogni comfort spuntano un po' ovunque, veicolando un messaggio di comfort e modernità.

Il legno ottiene simpatie sempre maggiori da parte di architetti e proprietari in parte grazie alla sua versatilità. Duttile ed elastico, esso si taglia facilmente e lascia spazio alla fantasia quanto a forme e montaggio.

«È un materiale che si presta come pochi altri alla creatività», afferma Marco Schnüriger, ricercatore presso la Scuola universitaria per l'architettura, la costruzione e il legno (HSB) di Bienne.

Materiale ecologico

Ma i vantaggi dell'utilizzo del legno nelle costruzioni sono anche e soprattutto legati alla protezione dell'ambiente. Trattenendo il calore dall'interno e dall'esterno, esso permette infatti un risparmio energetico del 40-50% rispetto ad altri materiali da costruzione.

Basti pensare che una parete in legno spessa 10 cm isola quanto una in calcestruzzo spessa 80 cm. Oltre a un minore dispendio di energia, esso garantisce quindi entro lo stesso perimetro una maggiore superficie abitabile.

Alla fiera nazionale Minergie - svoltasi di recente a Berna e riservata alle costruzioni che rispettano una serie di standard sul basso consumo energetico - porte, finestre, prefabbricati e strutture per le isolazioni termiche ed acustiche in legno occupavano gran parte dello spazio espositivo: «È infatti il materiale da costruzione che meglio permette di risparmiare energia», spiega Konstantin Brander, responsabile della manifestazione.

«A livello di protezione ambientale, il legno presenta anche il vantaggio unico di immagazzinare diossido di carbonio (CO2)», spiega Ernst Zürcher, professore e ricercatore presso l'HSB. L'intervento dell'uomo sulla natura ha modificato la presenza di questo gas a effetto serra nell'aria, che raggiunge livelli allarmanti. «L'utilizzo del legno nelle costruzioni è quindi un contributo alla stabilizzazione del clima e andrebbe maggiormente valorizzato», aggiunge.

Mercato prevalentemente interno

Malgrado il ritorno in auge del legno, attualmente solo il 15% delle case unifamiliari in Svizzera sono costruite con questo materiale.

«La popolazione elvetica si dimostra molto sensibile al risanamento dell'ambiente. Non tutti però sono disposti a sopportarne i costi», spiega Marco Schnüriger.

La progettazione e la realizzazione di un edificio in legno infatti, sono più care del 10-15% rispetto a quelle di una casa tradizionale.

Salvo i sussidi accordati da alcuni cantoni a chi costruisce secondo criteri di risparmio energetico ben precisi, ogni proprietario deve di principio assumersi da solo le spese per il materiale scelto. Anche per questa ragione, per il momento l'esportazione di prefabbricati e materiali da costruzione in legno rimane piuttosto limitata.

«Non è solo una questione economica, ma anche culturale. In Svizzera, così come in Austria e Germania, le case in legno sono una tradizione. Non è così invece in altri Paesi. In Francia o in Italia ad esempio sarà più difficile attecchire sul mercato», rileva l'esperto dell'HSB.

Svizzera all'avanguardia

Proprio la particolare sensibilità ambientale e la tradizione elvetica delle case in legno hanno favorito un buon numero di ricerche scientifiche su questo materiale.

«In Svizzera si fa molto per trovare i migliori trattamenti, le forme più adatte e gli accorgimenti edilizi da apportare per rendere l'utilizzo del legno sempre più efficace», sottolinea Konstantin Brander. «In questo settore siamo all'avanguardia», gli fa eco Marco Schnüriger.

Notevoli passi avanti ad esempio, sono stati fatti in materia di ricerche sui pericoli di incendio ed è ora possibile costruire edifici in legno su più piani.

«Vogliamo dare del legno un'immagine sicura e ecologica. Promuovere questo materiale di costruzione si rivelerà utile a tutti», conclude Brander.

swissinfo, Anna Passera

In breve

Minergie è un marchio di qualità per costruzioni che rispettano una serie di standard sul basso consumo energetico.

Il marchio - che può essere accordato a edifici nuovi o rinnovati - è protetto congiuntamente dalla Confederazione, dai Cantoni e dall'economia.

Fino ad ora la certificazione Minergie è stata accordata a 4600 edifici.

Ogni due anni l'associazione Minergie organizza una fiera nazionale del settore.

Il legno è particolarmente presente all'esposizione, perché permette un notevole risparmio energetico.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

ca. 15% delle case unifamiliari in Svizzera sono in legno
ca. 50% in Austria
10-15%: costo maggiore di una costruzione in legno rispetto a quelle tradizionali (mattoni, cemento)
40-50%: media di risparmio energetico di una casa in legno rispetto a quelle tradizionali

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×