Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Lisbona, in attesa del verdetto di Alinghi

Di

Potrebbero svolgersi qui le regate della Coppa America 2007 (divulgação)

Detentore della Coppa America, l’equipaggio svizzero condotto da Ernesto Bertarelli sceglierà, il 26 novembre, la città per l’edizione 2007 del prestigioso trofeo velico.

Sono ancora quattro le città in lizza : Lisbona, Napoli, Valencia e Marsiglia. swissinfo si sofferma oggi sul sito di Cascais, vicino a Lisbona.

La società svizzera incaricata di scegliere la città che accoglierà la prossima Coppa America, nel 2007, continua l’esame delle candidature delle quattro finaliste: Lisbona/Cascais, Marsiglia, Napoli e Valencia.

E continua anche a negoziare con i loro rappresentanti, garantendo che, fino ad oggi, non è ancora stata fatta nessuna scelta.

Sei criteri di selezione

«Quando sarà giunto il momento, annunceremo la nostra decisione a coloro che ci hanno affidato l’incarico», afferma Michel Bonnefous, presidente dell’ACM, l’America’s Cup Management.

L’incarico gli è stato affidato dal «Team Alinghi», che annuncerà la decisione finale a Ginevra, il 26 novembre.

Il diritto di designare il luogo in cui si svolgerà la 32esima della Coppa America, la più tradizionale e più importante delle competizioni velistiche del mondo, spetta infatti al team di Ernesto Bertarelli, che ha vinto la precedente edizione della gara, nel marzo di quest’anno, in Nuova Zelanda.

La scelta si basa su sei criteri: i venti, le qualità sportive, le infrastrutture, l’interesse turistico, l’appoggio politico e la sicurezza.

Secondo la stampa svizzera, che ha inviato dei reporter nelle quattro città in lizza, sembrerebbe favorito il sito di Lisbona/Cascais. L’apprezzamento più positivo è stato quella della Tribune de Genève, secondo la quale si tratta del sito preferito dagli ambienti velistici.

I punti più positivi di Cascais consistono nel carattere prevedibile e regolare dei venti, la facilità d’accesso a Lisbona e il fatto che la capitale portoghese è una delle città più sicure e meno care d’Europa. Ed è pure stato preso in buona considerazione il carattere turistico di Lisbona e della costa dell’Estoril.

Il progetto di candidatura di Lisbona/Cascais prevede la costruzione di basi, in riva al Tago tra Pedrouços e Algés, per le 17 squadre che parteciperanno alla Coppa America 2007.

Le regate vere e proprie si svolgeranno a Cascais, e la distanza tra queste diverse basi e il luogo di competizione sarà equivalente a quella dell’ultima Coppa America, disputata a Aukland, in Nuova Zelanda.

Grossi interessi finanziari

La posta in gioco è enorme, e non a caso le quattro città candidate per ospitare la manifestazione si stanno facendo un’accanita concorrenza.

Gli interessi legati all’organizzazione della Coppa sono molteplici: gli investimenti per le infrastrutture che permetteranno di ammodernare vaste aeree, la diffusione di immagini della città durante tutta la competizione e le conseguenti ricadute sul settore turistico a media e lunga scadenza.

Per la candidatura di Lisbona/Cascais sono stati inizialmente previsti investimenti dell’ordine di 200 milioni di euro per le infrastrutture. Decisamente pochi, se si pensa che la manifestazione dovrebbe rendere tra 1,2 e 1,5 miliardi.

A titolo di paragone, le ricadute finanziarie previste per gli europei di calcio del 2004, che si svolgeranno in Portogallo, si aggirano sugli 850 milioni di euro.

Il calcolo delle ricadute economiche della Coppa America tiene conto di un periodo di tre anni prima la competizione, durante i quali gli equipaggi saranno già sul posto per i preparativi e gli allenamenti.

Secondo le stime, già durante questi tre anni la manifestazione dovrebbe attirare in Portogallo tra 600’000 e 700’000 turisti.

swissinfo, Claudinê Gonçalves
(adattamento dal francese: Fabio Mariani)

In breve

Vincendo quest’anno la Coppa America in Nuova Zelanda, il Team Alinghi si è anche aggiudicato il diritto di organizzare la 32esima edizione della manifestazione.
La scelta della città che la ospiterà sarà effettuata dalla società svizzera AC Management.
Tra i vantaggi della candidatura di Lisbona/Cascais figurano i venti regolari, le infrastrutture turistiche della regione e la gloriosa tradizione marittima portoghese.
Se la scelta cadrà su Lisbona, nella regione verranno investiti 200 milioni di euro per nuove infrastrutture.
Le ricadute finanziarie sono stimate tra 1,2 e 1,5 miliardi di euro.

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×