Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Luce verde governativa al megaprogetto turistico di Andermatt

In caso di approvazione del progetto, la zona abitativa di Andermatt passerà da 35 a 60 ettari

(Keystone)

Il Consiglio federale ha approvato la realizzazione del progetto inoltrato dall'imprenditore egiziano Samih Sawaris per far nascere un megacomplesso turistico ad Andermatt.

La decisione finale spetterà ora agli abitanti del comune del canton Uri. In caso di sì, l'autorizzazione per l'avvio dei lavori potrebbe venir accordata già all'inizio del 2008.

Il Consiglio federale ha accettato mercoledì la modifica del Piano direttore urano, che fissa i criteri di pianificazione del territorio necessari per realizzare un nuovo gigantesco centro turistico nella località di Andermatt, dotato tra l'altro di un campo da golf di 18 buche.

All'approvazione del Piano direttore, il governo federale ha tuttavia vincolato una serie di condizioni volte a salvaguardare la natura e il paesaggio.

In particolare, il Canton Uri sarà chiamato ad adottare misure urbanistiche e di pianificazione territoriale atte a tutelare gli abitati caratteristici dell'Urserntal, nella regione di Andermatt.

Dimensioni senza precedenti

Con la realizzazione del nuovo complesso turistico, verrà in pratica più che triplicato il numero dei letti disponibili per i turisti ad Andermatt, pari attualmente a 1300. Sono infatti previsti circa 3000 letti supplementari in alberghi, appartamenti e ville.

La creazione del centro di villeggiatura rafforzerà lo sviluppo economico e territoriale non solo di Andermatt e dell'Urserntal, ma di tutto il canton Uri, osserva il Consiglio federale in una nota pubblicata mercoledì.

Il progetto, di dimensioni senza precedenti nel territorio alpino elvetico, è frutto dell'iniziativa del miliardario egiziano Samih Sawiris. L'uomo d'affari intende trasformare la piccola località sciistica del canton Uri in un centro di spicco del turismo alpino.

Il faraonico complesso, che dovrebbe sorgere sull'attuale piazza d'armi di Andermatt, ha sollevato alcune resistenze da parte della popolazione e degli ambientalisti, rimaste tuttavia piuttosto contenute.

Il suo destino sarà deciso nell'ambito di una votazione che dovrebbe tenersi nei prossimi mesi a Andermatt e nella vicina località di Hospental, pure toccata dall'opera. In caso di approvazione, il permesso per dare avvio ai lavori di costruzione potrebbe giungere già all'inizio del 2008.

Deroga alla Lex Koller

Nel settembre scorso, il governo aveva già approvato una deroga alla Lex Koller, la legge federale che limita l'acquisto di immobili in Svizzera da parte di cittadini stranieri.

Adeguando il Piano direttore cantonale, il governo urano aveva inoltre già fissato le condizioni generali e i provvedimenti di pianificazione del territorio determinanti per la realizzazione del progetto.

Nel rapporto d'esame dell'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) sono ora stabiliti anche i requisiti specifici per la pianificazione urbanistica e dei trasporti del comune di Andermatt, nonché per la progettazione, la realizzazione e l'esercizio del campo da golf.

Il canton Uri è tenuto a collegare in modo ottimale il nuovo resort con gli abitati esistenti, mentre l'impianto da golf dovrà essere tale da non recare pregiudizio alle restanti aree agricole, alla natura e al paesaggio.

In tutto, all'interno del perimetro del campo da golf saranno conservati 20 ettari di superficie agricola. Il piano direttore esclude anche esplicitamente qualsiasi pista d'atterraggio per elicotteri civili.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

L'imprenditore egiziano Samih Sawiris ha reso noto nel dicembre 2005 il suo ambizioso progetto che dovrebbe portare alla nascita di un grande centro turistico e alberghiero a Andermatt, nel canton Uri.

Nato nel 1957 al Cairo, l'uomo d'affari ha studiato in Germania, prima di diventare presidente dell'azienda egiziana Orascom Hotels & Development.

Sawiris ha già realizzato diversi complessi alberghieri, tra cui quello di El-Gouna, sul Mar Rosso, e del Monte Taba, sul Golfo di Akaba.

Negli ultimi anni la società Orascom Hotels & Development è riuscita a raddoppiare regolarmente i suoi utili (35 milioni di franchi nel 2005).

Fine della finestrella

Lex Koller

La Lex Koller è una legge federale che limita l'acquisto di residenze abitatitive sul territorio elvetico da parte di cittadini stranieri.

Le disposizioni legali permettono tuttavia l'acquisizione di immobili destinati a scopi aziendali.

Le restrizioni contenute nella Lex Koller sono state ammorbidite col passare degli anni, aumentando il numero dei contingenti accordati ai vari cantoni interessati.

Nel 2005, lo stesso governo aveva proposto l'abrogazione della legge, ottenendo vasti consensi, salvo da parte degli ecologisti e della destra nazionalista. La proposta è ancora in fase di esame.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.