Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Marsiglia, in attesa del verdetto di Alinghi

Il vecchio porto di Marsiglia, potrebbe diventare la base dell'America's Cup 2007

(Keystone)

Detentore della Coppa America, l’equipaggio svizzero condotto da Ernesto Bertarelli sceglierà il 26 novembre la città per l’edizione 2007 del prestigioso trofeo velico.

Sono ancora quattro le città in lizza : Marsiglia, Lisbona, Napoli e Valencia. swissinfo si sofferma oggi sul sito di Marsiglia.

Poco più di una settimana prima della scelta finale, la candidatura di Marsiglia ha mostrato i primi segni di debolezza. Alcuni ambienti hanno denunciato la costruzione del previsto avamporto e di una darsena come un attacco contro il vecchio porto, mitico elemento della città.

Ma le voci critiche sono subito state fatte tacere dal Consiglio municipale, che ha votato a larga maggioranza il progetto di contratto tra il comune e la AC Management (ACM), la società incaricata da Ernesto Bertarelli dell’organizzazione della gara, compresa la selezione dei siti.

Soltanto i Comunisti e i Verdi si sono espressi contro il progetto, preventivato a 236 milioni di euro, vale a dire 125 milioni per gli investimenti e 111 per i costi d’esercizio.

«Sacra unione» tra mass media e politica

Da quando ha annunciato la sua candidatura, Marsiglia non ha mai cessato di vantare, con trovate pubblicitarie e colpi di scena, la «sacra unione» di cui beneficia.

Gli spot radiotelevisivi, diffusi dalla scorsa estate, e la gigantesca campagna di manifesti pubblicitari con 10'000 manifesti affissi in tutte le grandi città francesi, oltre all’invio di migliaia di cartoline e il sostegno di parecchie personalità, tra cui Zinédine Zidane, hanno a poco a poco trasformato il progetto locale in una faccenda nazionale.

Prova ne sia la Legione d’onore che il presidente francese Jacques Chirac ha prontamente consegnato, in pompa magna, al boss di Alinghi che ha portato la Coppa in Europa.

Si direbbe che la Francia si sia improvvisamente accorta della sua piccola vicina, simpatica e, in fondo, nemmeno tanto lontana dalla sua cultura.

Ultimamente, poi, lo Stato francese ha giocato un altro jolly politico: il primo ministro Jean-Pierre Raffarin ha annunciato che Parigi, nel caso la scelta cada su Marsiglia, è pronta ad investire più di 40 milioni di euro.

Va detto che tutte e quattro le quattro città in lizza hanno cercato di farsi belle, ciascuna con una propria strategia, per tentare di accaparrarsi l’affare, stimato a più di un miliardo di dollari di ricadute finanziarie, e per avere le telecamere di tutto il mondo puntate su di sé.

Affari collaterali

«Ai francesi piace molto apparire nei mass media», ci dicono i responsabili di ACM, che rifiutano qualsiasi commento sulle quattro candidature.

«Siamo sollecitati in continuazione, ma la decisione sarà annunciata il 26 novembre. Solo in quel momento torneremo su vantaggi e svantaggi delle singole candidature», conferma il responsabile dei mass media e della comunicazione di ACM.

Ma c’è da scommettere che, al momento di annunciare i motivi della scelta, ACM dimenticherà di parlare degli affari collaterali.

Marsiglia, per esempio, ha dettagliatamente informato Ernesto Bertarelli sull’insieme dei suoi progetti, concedendogli – quale trattamento di favore rispetto agli altri investitori - il diritto di prima visione su siti, appezzamenti e permessi di costruzione.

Tra i progetti figurano anche un centro commerciale sul porto e un albergo a cinque stelle. Basteranno? Perché sarà proprio questo «valore aggiunto» economico, ben oltre le onde, gli specchi d’acqua e la forza del vento, che rischia di fare la differenza.

swissinfo, Mathias Froidevaux
(adattamento dal francese: Fabio Mariani)

In breve

Il progetto di contratto tra il comune e ACM è stato accettato dal Consiglio municipale di Marsiglia.
Il preventivo è di 236 milioni di euro (150 milioni per gli investimenti e 111 per i costi d’esercizio).
Le ricadute economiche dirette e indirette della manifestazione sono stimate ad oltre 1 miliardo di euro.
Se Marsiglia venisse scelta dal team Alinghi per lo svolgimento della Coppa America 2007, lo Stato francese ha già annunciato una partecipazione finanziaria di oltre 40 milioni di euro.

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×