Navigation

«Un gruppo di sommozzatori ha immerso una Vergine Maria»

Il sommozzatore della polizia Christophe ha imparato la professione in mare. Il suo luogo di lavoro, il più bello del mondo, è ora il lago di Neuchâtel.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 giugno 2017 - 14:00

Quando Christophe aveva 12 anni, suo padre lo ha portato per la prima volta a fare un’immersione. Da allora, la sua passione è diventata un mestiere. Nelle acque del lago di Neuchâtel, il sommozzatore della Polizia cantonale di Friburgo cerca oggetti, e raramente anche persone, scomparsi.

«Ci alleniamo assieme ogni settimana. Siamo sempre in gruppi di almeno due persone. Immergersi nel lago è completamente diverso dal mare. Ci vuole più tecnica e la visibilità è più ridotta. In queste condizioni posso però concentrarmi maggiormente sul lavoro».

Cresciuto a Friburgo in una famiglia francofona - la madre viene dalle Mauritius, il padre è svizzero - Christophe non riesce ad immaginare un paese più bello della Svizzera. «Manca solo l’oceano. Così sarebbe perfetto».

People of SwitzerlandLink esterno è un progetto multimediale realizzato dalle giornaliste free lance Jennifer Greenland e Nora Hesse. Persone di ogni regione del paese raccontano la loro vita nelle quattro lingue nazionali. Sono persone che caratterizzano, ognuna a modo suo, la Svizzera. Come ci si sente a vivere qui? Che cosa ispira queste persone? Di cosa hanno paura? E, se potessero, che cosa cambierebbero? Swissinfo.ch presenta i loro ritratti sotto forma di videoblog.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.