Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Una tradizione di famiglia Occhi di vetro

Gli occhi sono lo specchio dell’anima. Ma cosa succede quando se ne perde uno a causa di un incidente o di una malattia? Matthias Buckel è un maestro nel realizzare occhi di vetro personalizzati.

In seguito a un grave incidente quando era giovane, Matthias BuckelLink esterno ha dovuto rinunciare alla sua professione di artista di teatro. Ha così iniziato a interessarsi all’arte di suo padre: la soffiatura del vetro. Werner Buckel ha insegnato al figlio i segreti di questa tecnica che aveva ereditato dallo zio, Ernest Greiner.

Greiner era originario di LauschaLink esterno, un piccolo villaggio tedesco immerso nei boschi della Turingia noto per la soffiatura del vetro. A Lauscha non si realizzano soltanto decorazioni natalizie quali le palline per l’albero di Natale, ma pure diversi oggetti in vetro. Ancora oggi, Matthias Buckel continua a utilizzare il vetro di criolite, che contiene degli additivi minerali di Lauscha.

Ernest Greiner si è stabilito a Ginevra nel 1896. Da allora, l’azienda familiare fornisce occhi di vetro a tutta la Svizzera francese. In Svizzera sono circa 5'000 le persone con un occhio artificiale. Oggi, Matthias Buckel trasmette la sua arte alle due figlie.