Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

New Bern: festa in onore degli antenati

, New York

La cittadina New Bern in Carolina del Nord

Nel 1710, esattamente 300 anni fa, il bernese Christoph von Graffenried con altri migranti svizzeri e tedeschi fondò nell’attuale Carolina del Nord la città di New Bern. L’11 settembre, i discendenti americani dei primi coloni commemorano la fondazione.

New Bern è la prima colonia svizzera negli Stati Uniti. La prima bandiera, un regalo di Berna del 1896, è tuttora esposta nel tribunale del municipio.

La cerimonia di commemorazione si inserisce nella serie di attività previste per i 300 anni della cittadina, che oggi conta 28 000 abitanti, iniziate in gennaio e che culminano con i festeggiamenti di fine anno.

Il fine settimana dal 16 al 19 settembre è uno dei momenti più importanti dell’anniversario perché segna il giubileo ufficiale. Oltre a Urs Ziswiler, l’ambasciatore svizzero a Washington, sarà presente anche il sindaco della città di Berna Alexander Tschäppät accompagnato da una delegazione.

Arrivo nel settembre 1710

È nel settembre del lontano 1710 che Christoph von Graffenried, rampollo di una famiglia patrizia bernese tuttora nota, approdò nella regione paludosa della costa est degli attuali Stati Uniti per fondarvi una città. Von Graffenried era accompagnato da un gruppo di migranti bernesi e da tedeschi per lo più provenienti dal Palatinato, giunti qualche mese prima.

La colonia nacque nel punto in cui confluiscono i fiumi Neuse e Trent. Il contesto era particolarmente complesso e l’impresa non nacque sotto una buona stella: gli inizi della nuova colonia furono più difficili del previsto.

I primi anni di New Bern furono infatti marcati da lotte con le tribù autoctone, nell’entroterra viveva il popolo indigeno dei Tuscarora, che come afferma lo storico Leo Schelbert, professore emerito di storia americana specializzato in immigrazione all’Università Illinois di Chicago, si difendevano dalle invasioni da parte dei coloni bianchi e dall’asservimento.

Nel settembre 1711, von Graffenried fu fatto prigioniero mentre si trovava illecitamente nel territorio dei Tuscarora insieme all’agrimensore inglese John Lawson per degli accertamenti. Von Graffenried sopravvisse per miracolo mentre Lawson perse la vita.

Schlbert spiega che il trattato di amicizia firmato da von Graffenried e i Tuscarora venne considerato un tradimento da parte delle autorità inglesi della Carolina.

Mentre von Graffenried era prigioniero, i Tuscarora del sud attaccarono l’insediamento dei bianchi uccidendo 80 coloni inglesi e 70 germanofoni. In seguito, le truppe inglesi condussero una guerra di sterminio contro gli aggressori e i sopravvissuti furono fatti schiavi.

Nel 1713 Christoph von Graffenried lasciò New Bern e nel 1714 ritornò deluso a Berna.

I discendenti dei primi coloni

Il figlio maggiore di von Graffenried, che lo aveva accompagnato, rimase però in America. Sono proprio i discendenti del figlio e di altre famiglie dei primi coloni del 1710 a rendere onore l’11 settembre, il giorno di fondazione, ai loro antenati. È prevista la deposizione di una corona sul busto del Barone von Graffenried che è stato appositamente restaurato per l'occasione.

Segue una cerimonia in cui saranno letti i nomi dei fondatori nella chiesa luterana Christ Church che si trova nel centro storico: molti dei primi coloni erano infatti luterani.

«Sarà una cerimonia semplice ma molto toccante», afferma Wilda Thomas del comitato Founder's Day. «Con questa celebrazione intendiamo semplicemente commemorare i nostri antenati». Lei stessa è pronipote di von Graffenried della settima generazione.

Wilda Thomas spiega che già nella primavera 2010 i discendenti dei von Graffenried avevano organizzato un incontro a cui hanno partecipato 150 famiglie. Tra gli invitati c’erano anche circa 30 parenti svizzeri che si erano recati in Carolina del Nord appositamente.

mostra new bern

300 anni fa, un gruppo di migranti guidati dal bernese Christophe de Graffenried fondò la città New Bern in Carolina del Nord, sulla costa est degli Stati Uniti. Del gruppo facevano parte circa 100 migranti bernesi e altri 650 tedeschi del Palatinato. Questi ultimi erano arrivati nelle colonie inglesi già qualche tempo prima alla ricerca di una vita migliore.

L’associazione «New Bern 300 anni» ha consacrato un’esposizione sulla prima colonia svizzera negli Stati Uniti nel Museo storico della capitale svizzera Berna. La mostra è durata dal 4 dicembre 2009 al 16 maggio 2010 e dal 16 settembre sarà a New Bern. L’inaugurazione si terrà nel quadro dei festeggiamenti per il 300esimo.
La mostra illustra la storia della città in 11 tappe soffermandosi sulla migrazione nel XVIII secolo e la vita del fondatore Christophe de Graffenried. Un show multimediale sulla New Bern di oggi completa l’esposizione.

Il fine settimana del giubileo ufficiale si tiene una settimana dopo la data storica perché l’11-12 settembre è già riservato alla manifestazione di beneficienza tradizionale della società per la sclerosi multipla della Carolina del Nord.

Fine della finestrella


(Traduzione, Michela Montalbetti), swissinfo.ch


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×