Come ho creato il mio orologio svizzero in un giorno

Assemblare il proprio orologio e portarselo a casa alla fine della giornata: questa formula è offerta dalla start-up giurassiana Initium agli appassionati di orologeria provenienti da tutta la Svizzera e altrove. L'idea seduce ed è emulata. SWI swissinfo.ch l'ha sperimentata.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 agosto 2020 - 13:30

Ai cultori, il mondo dell'orologeria spesso sembra una fortezza affascinante ma impenetrabile. Nel Paese degli orologi, rari sono i profani che hanno già potuto osservare e toccare con le proprie mani il movimento di un orologio meccanico.

È in base a questa constatazione che Mathieu Gigandet e Gilles Frankfurt cinque anni fa hanno creato Initium, una start-up che offre corsi introduttivi all'orologeria accessibili a tutti.

L'azienda, che impiega otto persone, ha laboratori a Noirmont, nel canton Giura, ma anche a Ginevra e nella regione di Zurigo. Essa propone diversi moduli di corsi di mezza giornata o di giornata intera, il cui prezzo varia tra 1'690 e 2'690 franchi. Nella tariffa è compreso l'orologio che si crea da sé – in parte – e che ci si può portare a casa alla fine del corso.

Colpita dalla crisi del coronavirus

Questo concetto, inizialmente conosciuto da pochi insider, è cresciuto notevolmente negli ultimi anni. Initium ha visto nascere molti concorrenti, soprattutto grazie alla sua partecipazione al reality show "Les Intrépides" della radiotelevisione pubblica della Svizzera francese RTS.

Attualmente l'azienda sta cercando di rimettersi in carreggiata, dopo diversi mesi difficili legati alla crisi del coronavirus. L'assenza di turisti stranieri, che rappresentano quasi la metà dei clienti nei suoi laboratori di Ginevra, ha avuto un forte impatto sul fatturato della start-up, come del resto su quello di quasi tutti gli attori dell'orologeria. svizzera.

Per un giorno, il nostro giornalista specializzato si è calato nei panni di un orologiaio e ha tentato, più o meno con successo, di produrre il proprio orologio… "swiss self made".

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo italian@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo