Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Oscar Camenzind escluso dai Giochi olimpici

L'ultimo atto di una comunque brillante carriera?

(Keystone)

Colpo di scena nel mondo del ciclismo elvetico. Oscar Camenzind, campione del mondo del 1998, è risultato positivo all’EPO ed è stato escluso dal team svizzero per i Giochi olimpici di Atene.

Altra conseguenza: il corridore è pure stato licenziato in tronco dalla sua squadra, la svizzera Phonak.

Il test che inchioda uno dei ciclisti svizzeri più rappresentativi degli ultimi anni risale al 22 luglio ed è stato effettuato durante un allenamento da membri di Swiss Olympic.

Secondo le nuove regole della Federazione svizzera di ciclismo (Swiss cycling), un corridore che risulta positivo viene automaticamente sospeso, anche in assenza dei risultati delle contro-analisi.

“Per il ciclismo svizzero, questo caso di doping è il più importante dai tempi dello scandalo Festina del 1998, nel quale furono implicati anche Alex Zülle e Laurent Dufaux”, dice a swissinfo Oliver Hintz, della centrale anti-doping presso Swiss Olympic.

“Ora Camenzind dispone di cinque giorni per chiedere una controprova. Ma considerate le nuove tecniche di cui disponiamo, con ogni probabilità si rivelerà anch’essa positiva”, aggiunge Hintz. E, in effetti, Camenzind ha già annunciato che rinuncerà a nuove analisi.

Licenziamento immediato

La reazione non è mancata nemmeno da parte della squadra per la quale gareggiava Camenzind, la Phonak. Un team che fa della lotta al doping uno dei propri cavalli di battaglia e che ha licenziato in tronco il ciclista.

Urs Freuler, team manager della Phonak, ha ricordato come la squadra segua una linea molto chiara in quel che concerne l’utilizzo di prodotti proibiti.

“Ogni corridore che, in gara o in allenamento, risulta positivo a prodotti che migliorano le prestazioni o che viene trovato in possesso di prodotti di questo genere deve aspettarsi un licenziamento immediato”, aggiunge.

Freuler si dice tuttavia dispiaciuto, sia dal punto di vista umano che sportivo. L’episodio potrebbe anche significare la fine della brillante carriera del 33enne corridore svittese.

Poche possibilità di medaglie

Camenzind, che era stato designato quale capitano della squadra svizzera per la corsa in linea di sabato ad Atene, sarà sostituito da Gregory Rast, come ha annunciato Swiss Olympic.

Il 24enne ciclista di Zugo, ex compagno di squadra di Camenzind nella Phonak, è stato preferito ai due romandi Steve Zampieri e Alexandre Moos.

Secondo Pierre-Henri Bonvin, specialista del ciclismo svizzero, l’assenza di Camenzind non influirà più di quel tanto sulle possibilità di successo degli svizzeri.

“Le chances di ottenere una medaglia erano e restano misere. Questa generazione di ciclisti è sul declino e bisogna attendere che i giovani si facciano le ossa”, rileva Bonvin.

EPO: nemico conosciuto

L’EPO, o eritropoietina, è un ormone che stimola la produzione dei globuli rossi, facilitando il trasporto di ossigeno nel sangue e aumentando così la resistenza fisica.

Il doping con EPO non è una novità nel ciclismo professionista: sono numerosi i corridori che sono già incappati in un controllo positivo.

“In un confronto internazionale, le misure anti-doping svizzere sono adeguate ”, dice Oliver Hintz. “Ma esistono dei problemi comuni: ad esempio, sappiamo che la presenza di EPO nel corpo può essere constatata soltanto durante un limitato spazio di tempo”.

Gli stessi esperti di Swiss Olympic si dicono coscienti che i controlli non possono essere perfettamente completi. "Ma speriamo che questo caso servirà da esempio", conclude Hintz.

"Tuttavia, la dissuasione da sola non basta. Per lottare contro il doping occorre la collaborazione delle varie federazioni. Al proposito, la severa politica della federazione svizzera di ciclismo è da considerarsi un esempio".

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

La squadra svizzera per la corsa di ciclismo in linea è composta da Rubens Bertogliati, Fabian Cancellara, Martin Elmiger e Markus Zberg.
Il sostituto di Oscar Camezind sarà Gregory Rast.
Nella gara a cronometro gareggeranno Fabian Cancellara e Rubens Bertogliati.

Fine della finestrella

In breve

Oscar Camenzind è nato nel 1971 a Svitto.

La sua carriera quale corridore professionista è iniziata nel 1996.

Ha gareggiato per le seguenti squadre: Panaria (1996), Mapei (1997-1998), Lampre (1999-2001), Phonak (dal 2002).

Nel suo palmarès spicca il titolo di campione del mondo ottenuto nel 1998. Nello stesso anno ha vinto pure il Giro di Lombardia.

Nel 2000 s’imponeva nel Tour de Suisse e nel 2001 superava per primo il traguardo di una delle più ambite classiche del nord: la Liegi-Bastogne-Liegi.

Fine della finestrella


Link

×