Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Più benessere e meno stress

Dove andrò in vacanza quest'anno? La risposta la si può trovare alla Fespo

(Keystone Archive)

È la proposta della Fespo di Zurigo, la rassegna svizzera per le vacanze, lo sport e il tempo libero - un vero e proprio indicatore per l'andamento del settore.

"Il mondo sotto un solo tetto" è lo slogan di questa dodicesima rassegna, che cade in un momento veramente particolare: dopo la fase delle conseguenze degli attentati di New York dell'11 settembre scorso, e prima di dar via ad una stagione che si spera sia di ripresa, soprattutto nei settori dei viaggi e del turismo. Oltre 700 sono gli espositori che presentano i prodotti con i quali contano di dare gli impulsi giusti al mercato.

Ma molto dipende dall'evoluzione della congiuntura economica, come ha confermato Beat Schär, direttore della Belair, la compagnia aerea che lavora per l'agenzia Hotelplan. Belair ha dovuto ridurre l'orario di lavoro dei propri dipendenti: "Tutti parlano di una ripresa nella seconda metà dell'anno, al massimo per l'autunno prossimo. Speriamo che sarà così", ha aggiunto Schär, lasciando capire che non c'è altro da fare che aspettare il ritorno della fiducia tra la gente.

"I timori sono anche legati", ha sottolineato Daniel Wyss, direttore della Wigra Expo Ag, la società che cura l'organizzazione della rassegna "al calo del numero dei visitatori", che già nel 2001 erano scesi da 77'331 dell'anno precedente a 74'711, poco più dei 73'413 di tre anni fa. "Tutto dipende dagli umori che dominano e guidano questo mercato", ha detto Wyss. Per capire se ci sarà e come si orienterà la ripresa, saranno da tenere d'occhio soprattutto "il piacere di viaggiare degli svizzeri, l'andamento delle prenotazioni e le tendenze nella scelta delle mete di vacanze".

Indicatore delle tendenze per il tempo libero

Fino al 27 gennaio, alla Fespo si può quindi conoscere come si è modificata o viene riproposta l'offerta dell'industria del tempo libero, a prescindere che si tratti di vacanze improntate allo sport, alla ricerca del benessere, alle cure termali, o agli interessi culturali. Gli operatori hanno deciso di promuovere in particolare le vacanze in Tunisia. Che quest'anno è il paese ospite alla Fespo. In Svizzera, d'altra parte, si punterà tutto sull'Anno della Montagna, proclamato dall'Onu, e sul programma federale "Regio Plus", che vuole dare impulsi alla promozione turistica delle regioni di campagna e periferiche.

Per gli sport, la Fespo mette in risalto in particolare il golf. In Svizzera vi sono ormai 80 golf-club e circa 90'000 golfisti. "Ragion per cui", ha detto Victor Zindel, direttore della Zindel Golf Services, "non si può più parlare del golf come di uno sport esclusivo, per soli snob, ma di uno sport per tutti". Perciò, "dobbiamo conquistare la fiducia di quanti aspirano ad una vacanza sportiva ma rilassante". Allo scopo dovrebbe servire un ricco programma di attività collaterali e d'intrattenimento.

In linea con questa concetto di vacanza, anche la proposta della Alpine Classic Hotels, che con il marchio "Wellness Plus" offre alla clientela un ventaglio di prestazioni mirate unicamente al benessere fisico e al relax. "Oggi, imperativo comune è non diventare vittime dello stress. La Wellness-hotellerie è una risposta alle esigenze dell'uomo moderno", ha detto il comproprietario Laurenz Schmid. Soddisfare tali esigenze significa, per chi lavora in questo genere di alberghi, "trovare la motivazione giusta e lo stimolo ad alte prestazioni".

Silvano De Pietro


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×