Dati bancari: un altro cd acquistato in Germania

Il Land tedesco Nord Reno-Westfalia ha acquistato un nuovo cd contenente dei dati bancari rubati in Svizzera. Per le informazioni riguardanti 200 clienti della banca Julius Bär sono stati pagati quasi 2 milioni di franchi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2010 - 16:18
swissinfo.ch e agenzie

La notizia apparsa sul settimanale tedesco Der Spiegel è stata confermata da un portavoce della procura di Münster, capoluogo del distretto Nord Reno-Westfalia. Le informazioni e i valori corrispondenti, ha precisato, sono attualmente al vaglio dalle autorità.

L'identità del venditore del cd non è stata rivelata. Il portavoce ha però affermato che il montante incassato (1,5 milioni di euro) è stato versato in favore di un'associazione caritativa.

Non è la prima volta che le autorità del Nord Reno-Westfalia acquistano un cd contenente dati bancari ottenuti illegalmente. All'inizio dell'anno avevano pagato 2,5 milioni di euro per mettere le mani su un disco contenente i dati di circa 1'500 persone sospettate di frode fiscale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo