Schengen: via libera all'adesione

Dal 12 dicembre la Svizzera farà parte dello Spazio di Schengen. I ministri degli interni dell'UE hanno approvato giovedì l'adesione della Confederazione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 novembre 2008 - 11:25

Tra due settimane saranno ufficialmente soppressi i controlli sistematici alle frontiere tra Svizzera e Unione Europea.

La decisione dei ministri degli interni dell'UE è stata presa poco prima della riunione del Comitato misto Schengen (che riunisce gli Stati membri dell'UE e quelli associati a Schengen), alla quale partecipa anche la ministra di giustizia e polizia elvetica Eveline Widmer-Schlumpf.

I controlli saranno aboliti solo alle frontiere terrestri. Negli aeroporti la situazione resta per il momento invariata.

Poiché il Liechtenstein non fa per ora parte dello spazio di Schengen, nella zona di frontiera con il vicino Principato saranno rafforzati i controlli con pattuglie mobili e videosorveglianza 24 ore su 24.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo