Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Spagna Vittoria solo a metà dei separatisti in Catalogna

La coalizione Junts Pel Sì ha vinto le elezioni catalane di questa fine settimana, senza tuttavia ottenere la maggioranza assoluta dei seggi in Parlamento. Per lanciare il processo di secessione dovrà stringere una delicata alleanza anche con i radicali di sinistra del Cup. 

La coalizione indipendentista guidata dal centrista Artur Mas ha conquistato 62 seggi su 135 con il 39,6% dei voti, mentre la Candidatura d'Unitat Popular (Cup), pure favorevole alla secessione,  ha strappato 10 seggi con l'8,2% delle preferenze. Insieme le due formazioni restano sotto il 50% dei voti (47,8%), ma dispongono di una maggioranza assoluta di 72 seggi in Parlamento. 

Il partito antisistema moderato anti-indipendenza Ciudadanos, di Albert Rivera, si è piazzato in seconda posizione con 25 seggi e il 17,9% dei voti, davanti ai socialisti del Psc (16 e 12,8%), la lista di Podemos (11 e 8,9%) e il Partido Popular del premier spagnolo Mariano Rajoy (11 e 8,4%). 

Trasformate dal presidente uscente Artur Mas in un plebiscito sull'indipendenza, le elezioni catalane hanno fatto registrare un record storico di affluenza, con il 77%. L'aumento della partecipazione al voto è stato del 9% rispetto alle elezioni del 2012.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch e RSI (TG del 28.9.2015)

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×