Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Primo round a Blatter, sospesa l'indagine FIFA

Tra il presidente della FIFA Sepp Blatter (nella foto) e quello dell'Uefa Lennart Johansson continua lo scontro in vista della nomina ai vertici del calcio mondiale

(Keystone Archive)

Nuova puntata a Zurigo nella lotta intestina ai vertici dirigenziali della FIFA, la Federazione internazionale delle associazioni di calcio.

Il comitato ristretto della Fifa, un organismo d'urgenza interno all'esecutivo di quello che è il vero e proprio organismo dirigente del calcio mondiale, ha deciso la sospensione temporanea della commissione di inchiesta interna, accogliendo così la richiesta del presidente Sepp Blatter. Si tratta dell'organismo che indaga sui conti della Fifa, dopo il collasso dell'impero tedesco dei media guidato da Leo Kirch ed il fallimento della Isl, la società di marketing partner della confederazione mondiale.

Ammessi tutti i colpi

Da quest'ultima vicenda sono nate accuse di comportamento illegale a Blatter, e scambio di «colpi» tra i massimi dirigenti di Uefa e Fifa impegnati nella rielezione dei vertici del calcio mondiale.

Secondo un comunicato Fifa, la decisione è stata presa con l'approvazione scritta della maggioranza dei membri del comitato ristretto: la sospensione rimarrà valida fino al prossimo esecutivo Fifa, il 3 maggio.

Il rifiuto di Johansson

Lennart Johansson, presidente della Uefa e rivale di Blatter, candidato alla rielezione il prossimo mese, si è rifiutato lunedì di partecipare al comitato ristretto convocato dalla Fifa.

Johannson contro Blatter, quindi, per la poltrona più ambita del mondo del pallone internazionale. Il presidente della Uefa Lennart Johansson attacca duramente Blatter invitandolo, "se non ha nulla da nascondere, a lasciare che la verità venga stabilita».

La scadenza del 3 maggio

Il massimo dirigente della confederazione europea delle federazioni calcistiche nazionali è stato molto critico sulla decisione di sospendere temporaneamente la commissione d'inchiesta interna, che indaga sui conti della Fifa.

«Il comitato esecutivo dell'Uefa - dice Johansson - crede che sia essenziale per la credibilità futura della Fifa che la commissione d'inchiesta riprenda il suo lavoro prima del 3 maggio, così da mettere insieme un ricco e dettagliato rapporto in vista del congresso della Fifa». L'Uefa «condanna duramente l'azione del presidente della Fifa per aver sospeso i lavori della commissione, in violazione dello statuto della Fifa».

swissinfo e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza