Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Pronti al voto più di 100'000 svizzeri all'estero

(Keystone)

Per la prima volta, il numero dei cittadini svizzeri residenti all'estero e iscritti nei registri elettorali ha superato la soglia delle 100'000 unità.

È uno dei dati più interessanti dell'ultima statistica che riguarda gli svizzeri all'estero. In totale, i cittadini elvetici che non vivono in Svizzera sono più di 630'000.

105'512 svizzere e svizzeri all'estero si sono fatti iscrivere nel registro elettorale di un comune elvetico per poter esercitare il loro diritto di voto e elezione. Si tratta di 11'159 persone in più di quelle registrate alla fine del 2004. Ora quasi il 22% dei 485'000 cittadini all'estero che hanno raggiunto la maggiore età sono in misura di esprimersi sui temi in votazione in Svizzera.

«Siamo molto soddisfatti perché è da tempo che incoraggiamo la gente a farsi iscrivere nei registri elettorali», spiega a swissinfo Marc Demierre, portavoce dell'Organizzazione degli svizzeri all'estero (OSE).

La simbolica soglia delle 100'000 unità è stata superata prima di quanto si aspettavano gli esperti. In effetti, la votazione di settembre sull'accordo di libera circolazione delle persone con l'Europa, ha fatto aumentare in modo deciso il numero d'iscritti.

«Da un punto di vista politico, lo scorso anno è stato molto interessante per gli svizzeri all'estero», afferma Marc Demierre facendo riferimento alle votazioni sugli accordi bilaterali con l'Europa. Più del 60% degli svizzeri all'estero vivono in paesi membri dell'Unione europea.

Interesse

Secondo il portavoce dell'OSE, oggi i cittadini che vivono all'estero sono più interessati di un tempo a quanto succede in Svizzera. Suscitano interesse e attese anche i progetti d'introduzione del voto elettronico.

«Se questi progetti andranno in porto», dice Demierre, «sarà molto più facile per gli espatriati depositare il proprio voto».

«Votare all'estero comporta uno sforzo in più perché bisogna iscriversi», continua Demierre. Questa sarebbe una delle ragioni per le quali solo un quinto delle persone che ne avrebbe diritto si trova effettivamente nei registri elettorali.

Ma c'è anche il fatto che più del 70% degli svizzeri all'estero ha una doppia cittadinanza. Secondo il portavoce dell'OSE questo è all'origine di un certo disinteresse per quanto avviene nella Confederazione. Ciò nonostante, l'OSA continuerà ad incoraggiare le iscrizioni.

Forza politica

Con le loro 100'000 unità, gli svizzeri all'estero hanno, almeno simbolicamente, un certo peso politico. Per il portavoce dell'OSA, però, non si tratta di un gruppo omogeneo.

«Ognuno di loro ha delle opinioni personali e vota secondo coscienza», afferma Demierre. «È solo su certi temi specifici, come le relazioni tra la Svizzera e l'Unione europea, che tendono a votare allo stesso modo e a fare fronte comune».

In questi casi, il numero dei votanti residenti all'estero non può lasciare indifferente il mondo politico che è chiamato a prestare più attenzione a questo gruppo particolare di elettori. «Un blocco di più di 100'000 persone riveste un qualche interesse per i politici», ammette Demierre. «Soprattutto con le elezioni federali dell'anno prossimo alle porte».

swissinfo, Scott Capper
(traduzione e adattamento, Doris Lucini)

Fatti e cifre

1850: 50'000 svizzeri residenti all'estero (stime del Dizionario storico della Svizzera – DS)
1895: 330'000 (DS)
1914: 380'000 (DS)
1990: 450'000 (Statistica degli svizzeri all'estero – SSE)
2003: 612'562 (SSE)
2004: 623'057 (SSE)
2005: 634'216 (SSE)

Fine della finestrella

In breve

La regolamentazione del diritto di voto e di elezione a livello nazionale degli svizzeri all'estero è oggetto di discussione già dalla prima Costituzione del 1848.

Prima del 1992, gli svizzeri residenti all'estero dovevano recarsi nel loro comune d'origine per esercitare il loro diritto di voto.

Dal primo luglio 1992, i cittadini iscritti presso una rappresentanza svizzera possono partecipare per corrispondenza alle votazioni nazionali. Sul piano cantonale possono votare i cittadini all'estero di Basilea campagna, Berna, Ginevra, Svitto, Soletta, Giura e Ticino.

Alla fine del 2005, il 21,69% dei 485'000 maggiorenni svizzeri residenti all'estero si sono fatti iscrivere nei registri elettorali per poter esercitare i loro diritti politici.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza