Rapinato un aereo della Crossair all'aeroporto di Lussemburgo

L'aereo della Crossair rapinato, fermo sulla pista dell'aeroporto di Lussemburgo Keystone

Rapina lunedì mattina all'aeroporto di Lussemburgo durante il carico di valori a bordo di un aereo Crossair. Sei feriti nel violento scontro a fuoco che ne è seguito. Indenne l'equipaggio, mentre i passeggeri non erano ancora stati imbarcati.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2000 - 14:21

L'aereo coinvolto nell'aggressione, un Saab 2000 di Crossair, doveva effettuare il volo SR 3879 per conto di Swissair. I banditi volevano impadronirsi di un invio di valori di diversi chili.

Nel momento in cui è stato lanciato l'attacco, i passeggeri non erano ancora saliti a bordo del velivolo ed il comandante di bordo stava effettuando la sua normale ispezione del velivolo. I feriti sono due banditi, due poliziotti e due civili.

L'equipaggio è stato interrogato dalla polizia e quindi affidato ad un gruppo di specialisti. L'aereo dovrebbe partire per Zurigo o Basilea, questa sera stessa. Un gruppo di tecnici di Crossair è già stato inviato a Lussemburgo: dovrà ispezionare l'aereo perché non è escluso che sia stato colpito durante la sparatoria.

In seguito all'aggressione, il volo SR 3879 è stato annullato e i 37 passeggeri hanno potuto prendere altri voli. L'aereo avrebbe dovuto decollare da Lussemburgo alle 6 e 55 ed atterrare a Zurigo dopo un'ora di volo.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo