Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Roger Federer, il migliore

Federer ha perso soltanto un set contro i migliori giocatori del mondo

(Keystone)

Il tennista svizzero si è aggiudicato brillantemente la finale del Masters a Houston, declassando André Agassi in tre set: 6-3, 6-0, 6-4.

Federer, che vince così il suo settimo torneo dell’anno, si issa alla seconda posizione della classifica mondiale ATP.

In una finale a senso unico, il tennista rossocrociato non ha lasciato nessuna via di scampo all’intramontabile Agassi, sostenuto a gran voce dal pubblico.

Il “kid” di Las Vegas, che comincia forse anche lui ad invecchiare, non è riuscito a mettere in difficoltà il suo giovane avversario in nessun momento della partita.

Già nettamente battuto nel girone di qualificazione, Agassi ha potuto strappare solo 7 giochi in 3 set ad un Federer estremamente calmo e sicuro di sé.

“Meriti di vincere questo torneo, è una vera ispirazione vederti muovere e giocare” ha dichiarato il giocatore americano, rendendo omaggio alla classe del suo rivale al termine della partita.

Ed oltre a sfoderare il gioco più brillante ed elegante del tennis maschile, Federer è letteralmente esploso durante questo torneo del Masters, diventando anche un giocatore estremamente efficace: in 5 partite contro i migliori del mondo, ha perso soltanto un set!

Agassi senza ricette

Soltanto la pioggia ha minacciato di mettere in pericolo il successo di Federer: la partita è stata infatti interrotta per oltre due ore, dopo che il basilese aveva già dominato il primo set ed era riuscito a togliere il servizio ad Agassi nel secondo.

Al ritorno sul campo, lo svizzero ha saputo mantenere tutta la sua concentrazione che, nel corso del torneo, gli ha permesso di superare nettamente quattro dei migliori giocatori del mondo.

Il secondo set si è concluso quindi senza resistenze da parte di Agassi, incapace di trovare la ricetta giusta per vincere anche un solo gioco.

Leggermente più equilibrato il terzo set, anche se i miglioramenti di Agassi hanno solo ritardato di pochi minuti una finale già finita dopo nemmeno un’ora e mezzo di gioco.

Federer secondo al mondo

Con la vittoria al Masters, il suo ultimo impegno per quest’anno, Federer si è issato al secondo posto della classifica mondiale ATP.

Una classifica che rimane guidata dall’americano Andy Roddick, pure battuto dal tennista svizzero nella semifinale del torneo di Houston.

Per Federer si conclude quindi nel migliore dei modi quella che rappresenta, finora, la sua più fortunata stagione da quando è entrato nel circuito professionista.

Nel corso del 2003, il giocatore basilese si è imposto in ben 7 tornei internazionali, compreso il Masters.

Il suo più grande successo rimane probabilmente la conquista della prestigiosa coppa di Wimbledon nel luglio scorso.

È la prima volta che un tennista svizzero si aggiudica sia il trofeo internazionale di Londra che il Masters, già vinti in campo femminile da Martina Hingis.

E, per Federer, si tratta quasi sicuramente soltanto di un primo assaggio: il fuoriclasse elvetico ha soltanto 22 anni e viene considerato dagli specialisti come il giocatore più completo e dotato del tennis mondiale maschile.

swissinfo, Armando Mombelli

Fatti e cifre

Roger Federer, 22 anni, nato e cresciuto nel canton Basilea
7 tornei conquistati nel 2003
78 partite vinte e 17 perse quest’anno
1° tennista svizzero ad aggiudicarsi il trofeo di Wimbledon e il Masters ATP
2° nella classifica mondiale ATP

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×