Sempre più stranieri negli atenei svizzeri

Gli atenei elvetici impiegano circa 50mila dipendenti per un totale di 32'800 posti a tempo pieno. Un impiegato scientifico su due è straniero, secondo un'indagine dell'Ufficio federale di statistica.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 luglio 2009 - 17:57

Sull'insieme del personale, la quota di dipendenti stranieri raggiungeva lo scorso anno il 37,6%, il 9% in più rispetto al 1999, scrive l'UST nella newsletter pubblicata giovedì.

Se si considerano solo gli assistenti e i collaboratori scientifici - che con 15'900 posti al 100% rappresentano circa la metà degli impieghi - l'aumento negli ultimi 10 anni è stato del 15%. Tra di loro gli stranieri sono il 50,3%. I tedeschi sono il gruppo più numeroso, con una quota del 40%.

L'UST aggiunge che nel corso degli ultimi dieci anni, il numero di posti al 100% è cresciuto di 6700 unità (+20,5%), mentre gli studenti sono aumentati del 22%.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo